APRI
IL
MENU'
Musica
Regie Sinfonie lungo la Via Francigena in Valle di Susa (TO)
Il 30 maggio scatta un nuovo itinerario concertistico in Valle di Susa, che Civico20News seguirà passo a passo da media partner.
Articolo di Giovanni Tasso
Pubblicato in data 25/05/2021

Domenica 30 maggio a Bussoleno scatterà la prima edizione di Regie Sinfonie lungo la Via Francigena in Valle di Susa, una rassegna comprendente sei veri e propri eventi imperniati su un concerto in programma nel tardo pomeriggio e pensati per valorizzare con una serie di iniziative collaterali le straordinarie emergenze storiche, artistiche e architettoniche della Valle di Susa.

 

Questa iniziativa è stata progettata dall’associazione culturale I Musici di Santa Pelagia e dall’associazione Itinerari in Musica, con il contributo dell’Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte, della Compagnia di San Paolo, della Fondazione CRT e delle amministrazioni comunali di Avigliana, Bussoleno, Buttigliera Alta, Mattie, Novalesa e Susa, il patrocinio del Consiglio Regionale del Piemonte, della Città Metropolitana di Torino, dell’Unione Montana Valle di Susa e dell’Ordine Mauriziano e la collaborazione della delegazione valsusina del FAI, del Centro Culturale Diocesano di Susa, dell’Associazione Corale “Stefano Tempia”, della Fondazione Academia Montis Regalis, dell’associazione culturale Organalia, della Route Royale dell’Arte e della Musica e della casa discografica inglese Elegia Classics e la partecipazione in qualità di media partner del settimanale La Valsusa, del sito web all-news Civico20News e del canale YouTube SoloClassica Channel.

 

Una squadra tanto nutrita quanto molto qualificata, che contribuirà a proporre sei domeniche all’insegna della bellezza e della socialità, nel corso delle quali saremo tutti invitati a scoprire – o riscoprire – luoghi di straordinaria suggestione situati lungo il tracciato della Via Francigena, strada percorsa per secoli da milioni di pellegrini, che procedendo verso Roma hanno contribuito a portare nella Valle usanze, tradizioni e culture di tutti i paesi dell’Europa nord-occidentale, un patrimonio di inestimabile valore di cui sono rimaste molte tracce degne di essere mantenute in vita.

 

Oltre al concerto, tenuto da interpreti di altissimo livello, sarà possibile prendere parte a interessanti visite guidate organizzate dalla delegazione valsusina del FAI e dall’Ordine Mauriziano, fare ritempranti passeggiate nel bellissimo ambiente naturale della Valle, curiosare tra bancarelle di artigianato, degustare le invitanti specialità gastronomiche locali, praticare attività outdoor e scattare fotografie da mostrare con orgoglio agli amici rimasti a casa. Insomma, l’iniziativa offre tutti gli ingredienti per trascorrere una meravigliosa giornata in zone ricche di fascino, che potrà essere apprezzata sia dalle famiglie sia dagli appassionati di musica e di arte.

 

Tutti i concerti sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili, ma sia i concerti sia le visite guidate devono essere prenotati in anticipo per il rispetto delle norme volte al contenimento della diffusione del Covid-19. In particolare, i concerti possono essere prenotati inviando una email con i dati di ogni persona e un recapito telefonico entro le 12 del giorno precedente all’indirizzo soloclassica@gmail.com o telefonando dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 12 alla segreteria della Associazione Corale “Stefano Tempia” al numero 011/0209882.

 

Per le visite del FAI, è obbligatorio prenotarsi sul sito www.faiprenotazionifondoambiente.it entro le 24 del giorno precedente la visita. Per avere ulteriori informazioni in merito, si può inviare una email all’indirizzo valledisusa@delegazionefai.fondoambiente.it.

 

Per rendere assolutamente sicura la fruizione di tutti i concerti, lo staff seguirà alla lettera tutte le prescrizioni imposte dal Governo e dall’Amministrazione regionale, fornendo le mascherine a chi ne fosse sprovvisto, collocando all’ingresso i dispenser per l’igienizzazione delle mani, garantendo scrupolosamente il distanziamento interpersonale e provvedendo a igienizzare tutte le sedi prima e dopo ogni concerto, per un doveroso riguardo nei confronti di quanti seguono la rassegna.

 

La location

In Valle di Susa, lungo il percorso dell’antica Via Francigena si snoda una serie di piccole città d’arte testimoni di importanti eventi storici e custodi di uno straordinario patrimonio d’arte e di cultura. Novalesa, Susa, Mattie, Bussoleno, Avigliana e Buttigliera Alta, per citarne solo alcune, sono realtà con importanti emergenze artistiche e monumentali, che possono rappresentare elementi di forte attrattività ai fini di un turismo culturale e consapevole.

 

Nelle chiese, nelle collegiate e nei monasteri di molte di queste località si trovano preziose opere d’arte, che la rassegna organizzata dai Musici di Santa Pelagia si propone di mettere in rete con una serie di sei concerti che potrebbe rappresentare un percorso condiviso di promozione e sviluppo turistico-culturale dell’intera Valle. 

 

Il primo concerto

Domenica 30 maggio 2021 alle ore 16 Regie Sinfonie lungo la Via Francigena in Val di Susa inaugurerà il suo cartellone nella Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Assunta di Bussoleno (Piazza Camillo Benso Conte di Cavour 4), con il concerto dei trombettisti Daniele Greco D’Alceo ed Ercole Ceretta e dell’organista Maurizio Fornero, che proporranno un eclettico excursus nel repertorio barocco, partendo da due dei più grandi maestri del Barocco veneziano, Antonio Vivaldi e Benedetto Marcello, per arrivare ai capolavori dei massimi esponenti del Settecento francese e tedesco, ossia Jean-Philippe Rameau e Johann Sebastian Bach.

 

Questo concerto offrirà anche la possibilità di ascoltare il magnifico panneggio sonoro del maestoso organo della chiesa, costruito nel 1810 dalla bottega dei fratelli Concone, all’epoca organari di fiducia della corte sabauda, restaurato di recente. Prima del concerto i narratori volontari del FAI accompagneranno il pubblico alla scoperta del borgo medievale di Bussoleno, con partenza di fronte al Municipio, percorrendo Via Valter Fontan e visitando Casa Aschieri (XIV secolo), la mostra fotografica sulla Via Francigena di Gabriella Allasio e infine la Locanda della Croce Bianca.

 

Dopo il concerto si potrà raggiungere la frazione Foresto, dove il pubblico prenotato potrà ammirare l’incantevole Cappella Madonna delle Grazie (normalmente chiusa al pubblico), che custodisce al suo interno pregevoli affreschi quattrocenteschi.

COMMENTA L'ARTICOLO
Altre notizie di
Musica