APRI
IL
MENU'
L’Angolo della Poesia
Note d'amore
di Giancarlo Guerreri
Articolo di Giancarlo Guerreri
Pubblicato in data 20/07/2021

 

 

Note d'amore

 

 

Cantai l’amor di Paolo e di Francesca,

che volan nelli turbini d’averno,

avvolti nel vigor dell’aria fresca

 

 

che trovasi laggiù nel buio ‘nferno.

Cantammo poi di Circe e Odisseo

l’amor che scald’il cor, anche d’inverno.

 

 

Ma quell’amor convenni che fu reo,

e sorte li portò nel mondo basso.

E ora canto noi ch’ all’apogeo,

 

 

di questa vita che, ci mostr’il passo,

uniti da un pensier di vero amore,

voliam nel mare blu, si come svasso.

 

 

Ma tutta l’attenzion rivolt’al core,

che giovani ricordi si disperde,

e nudi di quell’ultimo pudore,

 

 

che tace ancor nell’epoca più verde,

insieme noi portiam pel mondo novo,

vessillo che l’oblio poi ci disperde.

 

 

Amor che ratto fuggi entro il rovo,

in questa scheggia di, Liguria bella,

ciò che risplende quì, or ti rinnovo,

 

 

di rinnovato Amor, lucente stella.

 

 

 

 

 

COMMENTA L'ARTICOLO
Altre notizie di
L’Angolo della Poesia