APRI
IL
MENU'
Cronaca Nazionale
Immigrazione criminale: il 2022 inizia molto male
Il Popolo Italiano è sotto scacco degli immigrati provenienti dal Nord-Africa. Il buonismo della Sinistra colpisce ancora.
Articolo di Andrea Elia Rovera
Pubblicato in data 21/01/2022

Il 2022 si apre con diversi atti delinquenziali compiuti da Immigrati che – a causa delle politiche migratorie della Sinistra – si sentono legittimati a violare il nostro ordinamento giuridico pensando di restare impuniti.

La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Savona, nei primi quindici giorni dell’anno, ha tratto in arresto due marocchini che avevano venduto due chili di sostanza stupefacente da fumo nel comune di Varazze.

I militari delle Fiamme Gialle nel mese di maggio avevano già arrestato 11 soggetti di nazionalità marocchina ed egiziana per cessione e spaccio di sostanza stupefacente. Due mesi dopo, nel mese di luglio, gli stessi Finanzieri avevano arrestato un altro immigrato che deteneva 50 grammi di sostanza stupefacente destinata ad alcuni connazionali reclusi nel carcere genovese di Marassi.

Il totale dei sequestri avvenuti nelle diverse perquisizioni ammonta ad un totale di circa 35mila euro.

Il 13 gennaio, gli agenti della Polizia di Stato della Questura di Milano hanno tratto in arresto un marocchino di 28 anni accusato di aver rapinato un 26enne italiano, disabile in carrozzina a rotelle.

La rapina avvenne l’11 dicembre 2021 quando il 28 enne, coadiuvato da un marocchino 22 enne, rapinò il disabile italiano nei pressi della Fermata “Porta Genova” della Metropolitana di Milano.

Il 22 enne è stato arrestato il giorno stesso della rapina mentre il 28enne era riuscito a far perdere le sue tracce. Il 13 gennaio, però, dopo un mese di indagini, il fuggitivo è stato tratto in arresto nella zona milanese di Lambrate.

Il 16 gennaio, invece, un marocchino di 49 anni è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Soveria Mannelli per omicidio volontario aggravato nei confronti della moglie.

Sabato 15 gennaio i due coniugi marocchini avevano fatto l’ennesima furente litigata a cui i vicini di casa erano ormai abituati. L’uomo, però, questa volta non si è limitato ad urla ed insulti ma ha soffocato la consorte nella camera da letto.

Per accertare le cause del decesso e rilevare tutti gli elementi tecnico-scientifici del caso sono stati coinvolti i militari del Reparto Operativo Carabinieri di Catanzaro, il Medico Legale ed il Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Lamezia Terme.

Nel giro di pochi giorni sono stati compiuti diversi arresti di cittadini provenienti tutti dal Nord-Africa.

Il nostro Paese sta vivendo un momento difficile a causa della pandemia da Covid-19; molte famiglie italiane non riescono ad arrivare alla fine del mese per via delle tante restrizioni che indeboliscono le attività commerciali e riducono il potere d’acquisto dei cittadini; molti padri separati si trovano in condizioni di povertà per via di sentenze bizzarre che li costringono a pagare alimenti altissimi a fronte di stipendi non poi così ingenti.

Di fronte a tutto ciò il Governo che fa?

Permette agli immigrati di continuare ad ammorbare il nostro Paese con spaccio, omicidi, femminicidi e rapine!

I crimini compiuti quotidianamente dagli immigrati ci costano in termini economici perché dobbiamo poi mantenere i condannati in carcere ma ci costano – anche e soprattutto – in termini sociali visto che i Cittadini Italiani hanno paura a vivere liberamente per via di questi indesiderati ospiti.

Il prossimo Presidente della Repubblica, chiunque sarà, dovrà ricordare al Governo e alle Camere che non si può permettere che degli “invasori” rendano difficile e invivibile l’esistenza del Popolo Italiano che – fino a prova contraria – è a casa sua.

Sicuramente continueremo a seguire queste vicende e a tenervi informati perché non è giusto che un popolo sovrano debba vivere in stato di terrore a casa propria.

Sullo stesso tema potrà interessare anche: "Immigrazione criminale: un danno non da poco per le tasche degli italiani".

COMMENTA L'ARTICOLO
Altre notizie di
Cronaca Nazionale