APRI
IL
MENU'
Cultura
L’Ecospiritualità è sbarcata a Roma
Ufficialmente varato il Progetto “Giornata Mondiale dell’Ecospiritualità”: Animalismo, Alimentazione vegetale, Ecologia, Cultura dei Popoli naturali
Articolo di Mauro Bonino
Pubblicato in data 19/05/2022

L’Ecospirituality Foundation, ONG in Stato Consultativo con l’ONU, ha promosso a Roma in Campidoglio presso la Sala Protomoteca venerdì 13 Maggio scorso il Convegno “Giornata Mondiale dell’Ecospiritualità”, un evento in diretta Facebook dedicato alla filosofia ideata dallo scrittore, musicista e ricercatore Giancarlo Barbadoro, insieme a Rosalba Nattero e a diversi capi di comunità tribali del pianeta.

Sono intervenuti numerosi relatori: gli attori Massimo Wertmuller e Daniela Poggi, gli scrittori Massimo Centini e Guido Dalla Casa, la ricercatrice Susanna Penco, il garante diritti animali della Regione Piemonte Enrico Moriconi.

Ha condotto la giornalista e presidente della Ecospirituality Foundation Rosalba Nattero.

Come hanno evidenziato i relatori con i loro interventi, l’ecospiritualità è un concetto rivoluzionario che coniuga animalismo, antispecismo, ecologia, rispetto per l’ambiente, alimentazione sostenibile e spiritualità.

L’Ecospiritualità è una filosofia che si ispira alla Natura, intesa non solo nella manifestazione dei suoi cicli naturali ma anche nella sua accezione mistica, depositaria di un grande mistero cosmico, riferimento di tutte le tradizioni dei popoli nativi; un’esperienza di armonia interiore che si estende a tutto ciò che ci circonda, nel rispetto dell’ambiente e di tutte le forme di vita.

L’evento ha costituito la prima tappa di un percorso che si prefigge l’istituzione della Giornata Mondiale dell’Ecospiritualità nel calendario delle Giornate Internazionali delle Nazioni Unite come ricorrenza annuale.

Il progetto è sostenuto da diversi deputati, tra cui Daniele Diaco, Vicepresidente Commissione Ambiente del Comune di Roma, e Francesca Flati, Deputato M5S.

L’evento è stato supportato da alcuni interessanti video sulla realtà storica dei Popoli naturali, illustrata attraverso il lavoro svolto su questo tema dall’Ecospirituality Foundation presso l’ONU, e sulle testimonianze delle comunità ecospirituali sorte nel continente africano.

È stato presentato il libro “I Popoli naturali e l’Ecospiritualità” di Giancarlo Barbadoro e Rosalba Nattero, testo base della teoria dell’ecospiritualità che ha ricevuto l’incoraggiamento delle Nazioni Unite, Alto Commissariato per i Diritti Umani, ed è attualmente esposto nei Bookshop dell’ONU.

All’evento hanno partecipato il sodalizio di artisti Artists United for Animals e l’associazione animalista SOS Gaia.

COMMENTA L'ARTICOLO
Altre notizie di
Cultura