APRI
IL
MENU'
Cronaca
Elon Musk acquista Twitter e riabilita Donald Trump
Molto apprezzato il gesto di Musk di licenziare gran parte dei ‘moderatori’ di Twitter.
Articolo di Andrea Elia Rovera
Pubblicato in data 07/11/2022

Come abbiamo sentito il plurimiliardario Elon Musk ha acquistato il social network Twitter e ha da subito annunciato una rivoluzione gestionale e una ristrutturazione completa dell’azienda.

Notizia degli ultimi giorni è quella dei licenziamenti fiume che Musk ha deciso di adottare per snellire l’azienda e renderla più competitiva dal punto di vista economico.

Venerdì 4 novembre sul web si leggeva: “scatta da oggi il taglio di personale dei dipendenti di Twitter deciso da Elon Musk e i dipendenti della piattaforma di social media apprenderanno se il loro lavoro presso l’azienda continua o invece dovranno lasciare”.

Secondo i rumors americani ciascun dipendente dell’azienda riceverà una mail da parte della proprietà del social network con oggetto: “Il tuo ruolo in Twitter”. I dipendenti che verranno licenziati riceveranno una mail personale, quelli che invece continueranno a far parte dell’azienda riceveranno una notifica positiva sulla mail di Twitter.

Secondo fonti vicine ai dipendenti si parla di un licenziamento pari al 50%, corrispondente a circa 3.700 posti di lavoro.

Questa, però, non è l’unica rivoluzione che Elon Musk intende apportare in Twitter.

Secondo il neo-proprietario della piattaforma cinguettante, infatti, è necessario riabilitare il profilo personale di Donald Trump e di tutti gli altri utenti che la precedente proprietà aveva bandito. Scelta senz’altro saggia visto che solo Trump aveva alcune decine di milioni di followers che, dopo la sua estromissione, avevano abbandonato Twitter.

Operazioni economiche che si sviluppano anche sui servizi a pagamento della piattaforma. Ad oggi alcuni utenti, quelli famosi per intenderci, accanto al nome hanno una spunta blu che li qualifica come utenti di riguardo.

Elon Musk, usando un tweet, ha scritto cosa pensa di questa consuetudine “discriminatoria”: “L’attuale sistema dei signori e dei contadini di Twitter per chi ha o non ha la spunta blu è una stronzata. Potere al popolo! Blu per 8 dollari al mese”.

L’agenzia di stampa “AdnKronos” ha sondato il terreno fra i suoi lettori ed ha commissionato all’azienda “Volocom” un sondaggio per vedere come gli utenti abbiano preso la rivoluzione in atto su Twitter. Dal report emerge che “nell’ultimo mese Musk e Twitter hanno generato sui social un engagement di quasi 1 milione, pari a 867.110 mila interazioni totali. Viene apprezzato soprattutto il gesto di Musk di licenziare gran parte dei ‘moderatori’ di Twitter”.

Quando si aumenta la libertà di espressione, si mitigano le censure e si permette all’utenza di poter scrivere ciò che più la aggrada sicuramente si fa breccia in quell’area di persone che non ama essere prona ai diktat delle solite lobby.

Seguiremo con attenzione il cammino di Twitter e vedremo se la strategia di Musk risulterà vincente.

COMMENTA L'ARTICOLO
Altre notizie di
Cronaca