APRI
IL
MENU'
Cultura e Spettacolo
Il pittore Pasquale Filannino in mostra a Torino
La sua mostra “Semplicemente” si tiene presso Lo Scarabocchio-Saletta d’Arte di Ciro Spinapolice
Articolo di Milo Julini
Pubblicato in data 29/11/2022

A Torino, sabato 19 novembre, è stata inaugurata la Mostra “Semplicemente” del pittore torinese Pasquale Filannino, presso Lo Scarabocchio-Saletta d’arte di Ciro Spinapolice, in via Domodossola 44, in Borgata Parella. La presentazione è stata curata dal critico d’arte Enzo Papa e, sempre nel corso dell’inaugurazione, ha preso anche la parola il professor Gian Giorgio Massara.

Nella mostra “Semplicemente” Pasquale Filannino espone una serie di suoi quadri, tutti realizzati con la pittura «cloisonné», raccolti in un simpatico opuscolo dal titolo Opere di Pasquale Filannino, dove alle immagini si alternano saggi dedicati all’autore di illustri critici d’arte.  

Da questo libretto riprendiamo le considerazioni espresse dal critico d’arte Enzo Papa sotto il titolo Filannino - pittura a percezione sensoriale.

«L'occhio umano vede per fissamenti successivi e veloci, quasi come avviene per i singoli fotogrammi delle pellicole cinema. La successione delle impressioni visive elabora la visione globale, senza la consapevolezza dei fissamenti in sequenza rapida. La pittura di Filannino stilizza, scompone e interpreta coscientemente la scomposizione in fissamenti.

Per il carattere multiforme della realtà ogni frazione fissata assume configurazione propria e sempre diversa.

Ogni percetto è giustapposto ai percetti adiacenti e, tutti insieme ricompongono il soggetto scelto.

Tra un modulo e l'altro Filannino profila una linea scura, quasi a sottolineare la metodica della scomposizione, sicché l'insieme del dipinto si presenta come una figurazione a cloisonné, che ricorda la tecnica delle vetrate cattedrale.

[…] La metodica scompositiva di Filannino è applicata ad ogni soggetto, poiché il procedimento deriva dai fissamenti dell'occhio. Lo svolgimento vale per ogni forma che si offre alla vista.

I soggetti selezionati possono essere vedute d'ambiente urbano o paesaggi, figure umane o di animali, ritratti, natura immobile (oggetti, manufatti), ed anche rocce, acque e soggetti informi, rasentando l'Astrattismo che, però, non è genere trattato da Filannino. Lo stile è originale ed accattivante, per l'immediata lettura formale e per la gratificazione empatica dello spettatore».

Queste considerazioni di Enzo Papa si integrano con quanto scrive il professor Gian Giorgio Massara, sotto il titolo Tutti i colori di Filannino.

«Conosciamo Pasquale Filannino da decenni ed abbiamo sempre ammirato il suo modo "nuovo" di dipingere, il desiderio di confrontarsi con altri artisti […]

Fra i temi cittadini preferiti da Filannino si situa la Gran Madre, ora imponente al di là del ponte napoleonico, ora confusa con la silhouette degli alberi che si riflettono nelle acque del fiume Po.

La tecnica usata per questi dipinti, e per gli altri presenti in mostra, è insolita. Da una stesura a grandi zone colorate, l'autore passa alla scura definizione dei contorni, ai contrapposti cromatici, alle parti più evanescenti, specie se vicine a un corso d'acqua. I cieli sono uniformemente azzurri o rosa, sicché i monumenti si stagliano in un'atmosfera di eterna primavera.

L'ottocentesco Borgo Medievale al Valentino, il Monte dei Cappuccini inteso nella gamma dei viola cari a "Luci d'artista", il Lungo Po Cairoli, la Mole Antonelliana che domina i palazzi dai tetti fiammeggianti, sono tutti motivi considerati secondo un nuovo modo di affrontare la veduta urbana».

A conclusione delle sapienti parole di Enzo Papa e del prof. Gian Giorgio Massara, ricordiamo che la Mostra “Semplicemente” è stata curata da Ciro Spinapolice, presidente del Gruppo Associativo Artistico Culturale ART-TO.

La mostra proseguirà fino al 3 dicembre, con orario dal martedì al sabato dalle 15:00 alle 19:30. Chi desidera approfondire la conoscenza del pittore torinese Pasquale Filannino, lo potrà incontrare presso la Saletta d’Arte “Lo Scarabocchio” nei giorni di giovedì 1° dicembre, venerdì 2 dicembre e sabato 3 dicembre.

 

“Semplicemente” di Pasquale Filannino

Saletta d’Arte “Lo Scarabocchio”

Associazione ART-TO - via Domodossola 44 - 10145 Torino

La mostra proseguirà fino al 3 dicembre

con orario dal martedì al sabato dalle 15:00 alle 19:30.

Info 3668045636 -  www.scarabocchioarte.it

COMMENTA L'ARTICOLO
Altre notizie di
Cultura e Spettacolo