La Sezione Aurea (Seconda Parte)

Un concetto matematico che pervade tutto l’Universo

Sembra impossibile limitare gli ambiti dove si manifesta la Sezione Aurea.

Abbiamo visto nel precedente articolo che negli animali spesso la simmetria si manifesta seguendo canoni aurei, tutti gli Echinodermi, Stelle, Ricci Gigli di mare, Stelle serpentine, Cetrioli di mare sono provvisti di una simmetria penta raggiata, ossia vi sono cinque piani che possono dividere l’animale in modo simmetrico. Il pentagono, ovvero la figura geometrica di riferimento per tale simmetria, è inscrivibile un triangolo aureo cui i lati obliqui corrispondono alle diagonali e la base al lato. Nel pentagramma, ovvero la stella a cinque punte, invece il triangolo aureo corrisponderà all’area occupata dalle singole punte della stella.

 

Golden triangle in pentagon.svg             http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/f/fa/Golden_triangle_in_pentagram.svg/317px-Golden_triangle_in_pentagram.svg.png

 

Nelle due figure la base di ogni triangolo corrisponderà al segmento minore di una retta, la cui porzione maggiore è data da uno dei lati. Tale retta risulterà formata da due segmenti di differente lunghezza relazionati secondo la Proporzione Aurea.

 

http://www.magiadeinumeri.it/segmento_aureo.gif

 

Il triangolo aureo è un triangolo isoscele avente i due lati uguali in rapporto aureo con il terzo lato, φ:1 (1,618:1) e angoli di 36°, 72° e 72°. Tale figura viene utilizzata per dimostrare che la diagonale del pentagono è in rapporto aureo col lato.

 

Oltre agli Echinodermi anche moltissime specie di Protozoi, fossili e viventi, sembrano aderire a tale simmetria, il grande naturalista tedesco, Ernst Haeckel  (Potsdam16 febbraio 1834 – Jena9 agosto 1919) immortalò in un’opera monumentale molti disegni di animali microscopici che rispettano i canoni della Simmetria penta raggiata. Presento qui tre delle sue magnifiche Tavole pubblicate nel 1901 in una monografia curata dalla UTET nell’opera “Forme artistiche della Natura”. Si tratta di immagini straordinarie, tra le più belle mai realizzate da un Naturalista.

 

Abbiamo già potuto osservare che in Natura altri animali possiedono una forma che ricalca i canoni della Spirale Aurea: Molluschi Cefalopodi, come Ammoniti fossili, Nautilus, Argonauta e altri. Sempre in Natura possiamo notare che in una scala esageratamente differente la medesima Spirale si presenta nelle Galassie che tappezzano la volta stellata. Alcune immagini saranno migliori di ogni spiegazione.

Cosa spinga la Natura ad assumere, spesso ma non sempre, forme che si avvicinano all’aurea Proporzione rimane ad oggi un o splendido mistero.

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 22/11/2014