Biliardo - Andrea Ragonesi vince la selezione juniores per i campionati italiani

La prova si è disputata a Rivoli (TO) presso l'ASD L'Accademia di via Cavour.

RIVOLI – Sabato 13 giugno Andrea Ragonesi, atleta del Borgonuovo di Settimo Torinese, ha vinto la selezione juniores per l’accesso ai campionati italiani di categoria in programma al Palais Saint Vincent a partire da giovedì 18.

Il giovane talento ha confermato la sua abituale performance regolando nel match clou Federico De Bar che difende i colori del Free Time di Carmagnola. Possiamo dire, senza presunzione di giudizio, che la vittoria è stata netta ed ha confermato le doti innate ed in continuo crescendo del settimese che ha imposto il sigillo di casata a questa importante prova del circuito federale.

Al terzo posto si è classificato Osvaldo Denis Cena (Free Time) davanti a Luca Lanza, alfiere dell’équipe dell’Istituto Sociale dove continuano i corsi del progetto biliardo/scuola tenuti dall’istruttore federale Mauro Lanza.

Unica assenza alla prova quella di  Fabio Mazzotta (Il Filotto TO): per il resto, la manifestazione ha messo in evidenza la crescita esponenziale del settore giovanile il che fa ben sperare per il prosieguo di questa importante disciplina sportiva.

La cronaca ricorda la prova sottomisura di Andrea Baldacci, porta insegne del club 88 di Biella, che ha giocato nettamente al di sotto delle proprie qualità uscendo presto di scena. Ottima, per contro, la crescita di Matteo Cracolici che fra le mura amiche ha sfiorato il podio; buon piazzamento anche per Kevin Betti, figlio d’arte, portacolori dell’Albrito Club Biliardi di Nichelino. 

Un pomeriggio di sport e aggregazione, come ha sottolineato il presidente provinciale Fibis Raffaele Di Gennaro nel corso della premiazione, ha dato ulteriore lustro e visibilità al centro sportivo L’Accademia di Michele Santarella, promotore da sempre della scuola federale per i giovani esordienti come pure per il perfezionamento dei numerosi tesserati che vanta il Club di via Cavour 42/A.

Al termine della kermesse, abbiamo sentito le impressioni del vincitore assoluto Andrea Ragonesi e dei suoi genitori che lo seguono in ogni avventura sportiva. 

Questa penultima apparizione nel circuito juniores si è conclusa nel migliore dei modi:Sì, è stata una giornata impegnativa ma alla fine ce l’abbiamo fatta”.

Un approccio diverso rispetto agli altri tornei: “Sì, ci vuole più grinta ed una particolare predisposizione”. 

Quindi ora c’è da confermarsi al tricolore di Saint Vincent: “Chi arriva là è molto bravo; sarà difficile ma ce la metterò tutta per confermare il successo di oggi anche in campo nazionale”.

Una bella soddisfazione anche per il padre Francesco: “Certo, soprattutto emozionante; Andrea cresce sempre di più e per noi è motivo di grande orgoglio”.

“Che dire – ha proseguito la madre Antonella – è sempre più bravo e gli auguro tanta felicità e soprattutto che si diverta tanto e possa arrivare a ciò che merita ; e poi che vada come vuole: l’importante è che sia sempre sereno”.

In chiusura, non possiamo che confermare la nostra stima per Andrea Ragonesi nata fin dalle prime steccate in terza categoria: il traguardo prossimo è alla sua portata e gli formuliamo i più sinceri e propizi sentimenti.    

(Dall'alto a sx Ragonesi e De Bar al tiro - il gruppo dei finalisti - Andrea Baldacci e Kevin Betti con il prsidente Di Gennaro - Michele Santarella riceve dal Presidente Di Gennaro la targa di riconoscenza per l'ospitalità - Andrea con mamma e papà - in apertura da sx Mauro Lanza, Pierino Faber, Francesco, Andrea e Antonella Ragonesi, Raffaele Di Gennaro, Rossano Arquà, presidente del Borgonuovo, e Rosolino Iacò, direttore di gara della selezione)

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 14/06/2015