La Juve ancora la pił forte?
(Nella foto: Mandzukic e Khedira)

Il calcio mercato sino ad ora sembra dare ancora ragione alle Juve, sempre pił forte

L'era di Tevez e Pirlo sembra dunque giunta al capolinea. Il primo, come aveva già espresso lo scorso anno, vorrebbe finire la propria carriera in Argentina nel suo amato Boca Junior mentre, il secondo pare ancora indeciso se rimanere una stagione o espatriare negli Stati Uniti.

Qualsiasi squadra, con la perdita di due elementi del genere, vedrebbe calare il proprio tasso tecnico, ma questo, a vedere il calcio mercato di queste settimane, potrebbe non valere per la Juventus che si è lanciata nell'acquisto di uomini importanti per la prossima stagione.

Per l'attacco è arrivato il centroavanti Mario Mandzukic, bomber dell'Atletico Madrid, per il quale Beppe Marotta ha trovato l'accordo con gli spagnoli sulla base di quindici milioni di euro più bonus di altri tre.

Mandzukic è un attaccante vecchia maniera, alto, potente, rapido e in grado di segnare con una media gol non indifferente, tanto è vero che durante la stagione appena terminata l'ha messa dentro ben venti volte su ventotto incontri.

Per il centrocampo, invece, Sami Khedira è ufficialmente il nuovo grande colpo della Juventus. Il centrocampista teutoinico, tra l'altro campione del mondo con la Germania, arriva a parametro zero dopo essersi svincolato dal Real Madrid. Reduce da una stagione travagliata a causa di un lungo infortunio, il ventottenne tedesco ha firmato un contratto di quattro anni.

C'è poi da non sottovalutare l'acquisto del giovane fantasista Dybala arrivato dal Palermo, dalla tecnica sopraffina e da mettere dunque dietro le punte, oltre che a Simone Zaza, per il quale è stato trovato l'accordo con il Sassuolo, e a Berardi, anch'esso in forza alla squadra emiliana, conteso dalle parti. Entrambi i giovani attaccanti sono nel giro della Nazionale e con Dybala, Mandzukic e Morata andrebbero a rimpolpare una rosa di attaccanti che potrebbe non far rimpiangere la partenza di Llorente e Tevez.

In questi giorni, la Juventus ha presentato anche le nuove maglie e il nuovo sponsor sarà Adidas, dopo dodici anni di Nike. Sulle tre maglie della Juventus compariranno per la prima volta le tre stelle, che tanto hanno fatto discutere, e c'è da evidenziare come nella prima maglia ci sia un ritorno a strisce più sottili rispetto alle ultime stagioni, un ritorno che ci riporta agli anni '80, quelli di Platini.

Dunque la Juventus si presta ad affrontare la nuova stagione molto ben assortira, con una rosa nella quale le partenze non saranno molte, visto che, nonostante l'offerta di ottanta milioni di euro da parte del Barcellona, Marotta non lascerà partire il talentuoso Pogba e una rosa in cui la difesa sarà quella di sempre e il centrocampo sempre con i soliti Vidal e Marchisio.






Marco Pinzuti




Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 04/07/2015