Il mantello che rende invisibili gli oggetti ( ma anche gli esseri umani)

L' uomo ombra potrebbe diventare realtà

Un mantello dell'invisibilità può essere ritenuto normale nella fantascienza, ma non è così facile da realizzarsi nel mondo reale. Una nuova ricerca suggerisce invece che un tale dispositivo può essere molto più vicino alla realtà di quanto mai potessimo immaginare.

 

Gli scienziati della Berkeley University ( California ) hanno rivelato recentemente che hanno testato con successo un mantello dell'invisibilità ultrasottile fatto di blocchi rettangolari d'oro microscopici che, come la pelle, si adatta alla forma di un oggetto e può renderlo non rilevabile alla luce visibile.

 

I ricercatori hanno comunicato - mentre i loro esperimenti si limitano , per ora, ad un oggetto minuscolo - di credere che la tecnologia potrebbe essere impiegata per nascondere oggetti di dimensioni maggiori, con possibili applicazioni militari e molte altre.

 

Il mantello, 80 nanometri di spessore, è stato avvolto intorno a un oggetto tridimensionale di forma complessa, con avvallamenti e protuberanze. La superficie ha deviato le onde luminose dal mantello dell'oggetto per renderlo invisibile alla rilevazione ottica.

 

Potrebbero essere necessari da cinque a dieci anni per rendere la tecnologia pratica per l'uso, secondo Xiang Zhang, direttore della Divisione di Scienze Materiali del Dipartimento di Lawrence Berkeley National Laboratory e professore presso l'Università della California, Berkeley.

 

"Noi non vediamo ostacoli fondamentali. Ma molto più lavoro deve essere fatto", ha detto Zhang, la cui ricerca è stata pubblicata sulla rivista Science.

 

La tecnologia comporta cosiddetti metamateriali, che possiedono proprietà non presenti in natura. Le superfici presentano caratteristiche molto più piccole rispetto alle dimensioni di una lunghezza d'onda di luce. Essi reindirizzano onde di luce in arrivo, spostandole dall' oggetto che ne viene avvolto.

 

L'occultamento, come una vera e propria "pelle", conta su microscopiche antenne che servono alla dispersione della luce, e che fanno rimbalzare la luce  sull' oggetto come se fosse riflessa da uno specchio piano, rendendo l'oggetto invisibile.

 

"Il fatto che siamo in grado di fare una superficie curva che appare piatta significa anche che siamo in grado di farlo sembrare come qualsiasi altra cosa. Inoltre possiamo far apparire una superficie piana curva", ha detto il professore di ingegneria elettrica Xingjie Ni alla Penn State University, autore principale dello studio.

 

I ricercatori hanno detto che hanno superato due inconvenienti nei precedenti mantelli microscopici sperimentali che erano ingombranti e difficili da "scalare", diventando utilizzabili per oggetti di grandi dimensioni.

 

Ni ha anche detto che la tecnologia alla fine potrebbe essere utilizzata per applicazioni militari come fare oggetti di grandi dimensioni, quali i veicoli ed aeromobili, ed anche soldati "invisibili".

 

Ni ha anche citato alcune applicazioni non convenzionali : "Che ne dite di una maschera di occultamento per il viso? Tutti i brufoli e rughe non saranno più visibili", ha detto Ni. " Che ne dite di fashion design? " Ni ha suggerito un mantello che "può essere fatto per nascondere la pancia" .

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 01/10/2015