E' stato annunciato il 5 ottobre 2015 Marshmallow, la nuova versione di Android
Larry Page

Le vedute del capo europeo di Android Andrei Popescu per l' Europa e i mercati emergenti, quali Medio Oriente ed Africa

Marshmallow è arrivato!  L'ultima versione di Android, il sistema operativo mobile di Google, è stata lanciata ufficialmente il 5 ottobre. Disponibile per dispositivi Nexus, per ora, i produttori di smartphone inizieranno ad estendere l'aggiornamento per i loro dispositivi nelle prossime settimane.

E ' in gran parte evolutiva piuttosto che rivoluzionaria , ricca di piccole modifiche e miglioramenti delle prestazioni piuttosto che una totale revisione dell'interfaccia utente

Il responsabile europeo di Android della sede di Londra,  Andrei Popescu, ha detto che gli utenti vedranno una migliore  facilità d' uso soprattutto.

 

Popescu ha spiegato che “in generale, con Marshmallow abbiamo adottato l'approccio che vogliamo: tutta la distribuzione estremamente trasparente . Non è che non abbiamo avuto versioni trasparenti prima “ .

 

Una settimana prima del lancio, Google ha annunciato uno dei miglioramenti ad una folla di sviluppatori a Londra : l 'aumento della dimensione massima dei file per le applicazioni da 50 a 100 megabyte.

 

Mark Bennett - il capo di Google Play per l'Europa, il Medio Oriente e Africa (EMEA) - ha discusso nella conferenza dei problemi di Android deve ancora affrontare, e ciò che rende l'Europa unica.

 

EMEA è una storia di due metà

 

C'è una curiosa divisione nella regione EMEA. Da un lato si ha l'Europa, uno dei mercati chiave per le aziende tecnologiche, con boom dei mercati e centinaia di milioni di cittadini esperti di tecnologie digitali. E poi d'altra vi sono i mercati emergenti in alcune parti dell'Africa e del Medio Oriente, con i cittadini che solo ora stanno affacciandosi per la prima volta alla tecnologia.

 

C'è un aspetto particolare del business da giocare in Europa che non si vede in altri mercati: una parità tra i contenuti digitali - film, libri e musica, ecc - e download di app. Altrove nel mondo, i download di app tendono a dominare. “Abbiamo appena acquistato un servizio di contenuti digitali sul mercato dove  c'è un forte contenuto di ecosistema digitale “ dice Bennett. “ Entrando in questi nuovi mercati emergenti, c'è solo una domanda non espressa nel campo dei servizi di contenuti digitali : YouTube ha uno dei più alti livelli di consumo proprio in Medio Oriente “ .

 

In questi mercati emergenti è fondamentale aumentare la connettività e l'accesso iniziale ad Internet. “ Ecco dove si vede tale enorme domanda in termini di applicazioni di comunicazione in questi mercati “, afferma Bennett. “C'è un bisogno maggiore di parlare e condividere contenuti, e intanto  non c'è nemmeno il reddito disponibile a pagare per mezzi tradizionali di comunicazione “.

 

Ma, in tali mercati, la posizione dominante di Google non è così assicurata come ci si potrebbe aspettare. Come una piattaforma open-source, chiunque può prendere Android e sviluppare la propria versione al di fuori del controllo di Google, e molti produttori a basso costo stanno facendo proprio questo.

 

Ad un evento alla fine di settembre, il CEO di Google Sundar Pichai ha rivelato che Android ha ora 1,4 miliardi di utenti attivi in 3 giorni in media. In altre parole, una ogni cinque persone sulla Terra ora ha uno smartphone Android. Ma solo 1 miliardo di esse connesse a Google Play negli ultimi 30 giorni.


ANDROID ONE


La risposta di Google alla minaccia di cloni Android è il programma di Android One, lavorando con i produttori per lanciare telefoni a basso costo Android puliti  (soprattutto) per i  mercati emergenti. Esso ha recentemente reso disponibile il BQ Aquaris A4.5 in Portogallo e Spagna,  anche se per $ 192, molto di più del tipico $ 100 pricepoint

 

Un molto citato costruttore alternativo è Xiaomi. Una startup cinese, venuta dal nulla. In cinque anni è diventata una delle start-up più promettenti del pianeta, consegnando decine di milioni di dispositivi in un anno. Ma Google è preoccupata?

 

Xiaomi è un grande OEM, ha un enorme successo nel mercato cinese ", dice Bennett. Un certo numero di costruttori cinesi sta iniziando ad avere un sacco di successo, in particolare nel mercato africano. In questi mercati emergenti la sfida è quella di assicurare la qualità a un certo livello ed ai consumatori che dispongono della migliore versione di Android che sia possibile per loro in quel pezzo di hardware “.

 

 

Ed è qui che Android Uno entra in gioco: “ Android è davvero nato per cercare di dare una luce guida in termini di ciò che gli OEM possono ancora fare, per mostrare che possono ancora fare un dispositivo a basso costo con componenti di alta qualità e con un aggiornamento automatico garantito “, conclude Bennett.

 

 

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 19/10/2015