Intel, la nota casa produttrice di chip per i PC, lancia un grande progetto per la gestione delle metropoli del futuro, la medicina e l' agricoltura

Al Teratec, nei pressi di Parigi, sorge il grande laboratorio di ricerca Intel

Intel sta creando un laboratorio di analisi di grandi masse di dati in Europa, presso il Teratec che sorge vicino a Parigi, il cui obiettivo è quello di creare modelli di lavoro che possono fungere da schemi su cui i ricercatori possono costruire progetti che studiano argomenti complessi, tra cui la medicina personalizzata, la città intelligente e l' agricoltura precisa e controllata.

 

La società si concentrerà sul sovraffollamento nelle grandi città, l'agricoltura e la medicina personalizzata, così come lo sviluppo di auto di più sofisticata concezione, attraverso la simulazione su grandi insiemi di dati  e l'analisi di business intelligence.

 

Intel simulerà i carichi di lavoro per contribuire a spingere l'analisi, tramite il business intelligence, a livelli molto più sofisticati di quanto sia tipico ora, secondo Ron Kasabian, Data Center Solutions Group General Manager dei Big Data per Intel.

Più importante della business intelligence, però, è il potenziale del lavoro da utilizzare per promuovere direttamente la ricerca d'avanguardia sulla medicina personalizzata e nei sistemi di gestione, tra cui lo sforzo di utilizzare l'analisi per mappare le dinamiche di sovraffollamento e la sovrapopolazione nelle grandi città .

Più di due terzi della popolazione mondiale vivrà nelle grandi città entro il 2050 a seguito della migrazione di oltre 2 miliardi di persone nelle aree urbane, secondo la ricerca da parte di varie organizzazioni, tra cui l'iniziativa Global Energy.


Questo afflusso costringerà gli urbanisti ad espandere le infrastrutture così velocemente e ad un costo così alto che, nel corso dei prossimi 15 anni, saranno spesi più di  3 trilioni di dollari per la pianificazione per le città del 21 ° secolo, che sono inefficienti come quelle del 20 ° secolo, secondo l'analisi di Andrew Steer, un economista e ricercatore che è presidente e amministratore delegato di una società think-tank : World Resources Institute.

I progetti lanciati da sostenitori della “città intelligente” saranno in grado di “
ridurre la congestione del traffico, l'inquinamento, e il costo e l'espansione delle infrastrutture, mentre potrebbero rendere la vita nelle grandi metropoli più sopportabile e le città stesse più sostenibili. Essi possono lavorare solo, però, se l'analisi dettagliata può mostrare dove esistono i punti di queste città più sotto pressione, e dove sono i colli di bottiglia da eliminare per ottenere il maggiore risultato possibile “, Kasabian recentemente ha scritto in un blog di gruppo Intel Data Center in cui ha anche sollecitato le potenzialità della medicina personalizzata e intelligente, nonché l' agricoltura efficiente per migliorare la qualità di vita umana in tutto il mondo.

 

Questi sono nobili obiettivi, di sicuro, ma la realtà sul terreno è un'altra cosa. Gli sforzi per risolvere queste sfide sono trattenuti dalla mancanza di accesso alle risorse informatiche e ai dati della scienza “, ha scritto.

Per contribuire a trovare soluzioni ai problemi causati da città sovraffollate e altri problemi,
Intel ha quindi lanciato un nuovo laboratorio HPC a Teratec, un parco scientifico e tecnologico nei pressi di Parigi che ospita già avamposti di oltre 80 altre aziende tecnologiche, centri di ricerca, università e scuole di ingegneria.

 

Intel è impegnata ad  'affrontare la missione Teratec' contribuendo con server per datacenter di fascia alta, di rete e di storage hardware e software, e offre le competenze per l' analisi dei dati di Intel e dei suoi partner.

Lo sforzo del laboratorio si concentrerà per sviluppare progetti concettuali, nuove iniziative di ricerca e conseguenti prove nel mondo reale che potrebbero diventare le implementazioni su larga scala di soluzioni collaudate utilizzando una grande mole di dati, che sono usati spesso per definire la segmentazione del mercato, il consumo ed il test del prodotto.

 

Le applicazioni di ricerca nel laboratorio tendono a sviluppare soluzioni che possono contribuire a fare del bene ai problemi che affliggono l'umanità nel suo insieme”, ha scritto Kasabian.

 

In definitiva, tutti ci aspettiamo che queste iniziative porteranno a soluzioni per dati di grandi dimensioni e riutilizzabili che possono essere sfruttati per migliorare la condizione umana, non solo in Europa, ma in tutto il mondo “, ha scritto Kasabian. “ Gli obiettivi sono ambiziosi, ma la missione è chiara e la mancanza di alternative a tale iniziativa potrebbe essere molto dannosa “, conclude Kasabian.

 

 

 

 


Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 05/11/2015