Dove vi sono più reti internet ad alta velocità nel mondo

Tra i primi 20 Paesi non compare l' Italia

Nord America ed Europa hanno molte più reti Wi-Fi che il resto del mondo, secondo i dati inviati dagli utenti WiGLE.net, una compagnia americana di rilevazione dati internet.

Più di 150.000 utenti di WiGLE.net hanno presentato informazioni sulla posizione delle reti Wi-Fi in tutto il mondo, permettendo al sito Wireless-mapping basato negli Stati Uniti di identificare più di 236 milioni di connessioni.

Gli Stati Uniti dominano i dati, con oltre 50 milioni di reti Wi-Fi individuate, molte di più del Paese seguente per connessioni ad alta velocità, la Germania, che ha quasi 9 milioni di reti.

La connettività wireless è diventata un aspetto fondamentale della vita di tutti i giorni, e le capacità di Internet di oggi sono ben lontane dai giorni di Internet via modem tradizionale dotato di doppino telefonico. Wi-Fi fornisce la connettività on-the-go, che si tratti di manovre militari ad alta tecnologia o e-mail di verifica durante il tragitto della mattina.

Ma la qualità delle connessioni variano. Un sondaggio in 184 paesi fatto da Rotten Wi-Fi ha individuato i Paesi con le migliori reti Wi-Fi pubbliche. Sulla base delle esperienze degli utenti, ogni Paese è testato sulla velocità e la qualità di hotspot pubblici.

Anche in questo caso il nostro Paese è in grave ritardo rispetto ad altri europei, nonostante le promesse del governo di dotare di banda larga entro il 2020 la maggior parte delle aree urbane, ma l' Italia per ora non compare nella lista dei primi 20 Paesi dotati di interconnessione internet ad alta velocità, superati anche dalla Romania e Bulgaria.

La Lituania è in testa, con una velocità di download di 16,1 Mbps. L'Europa domina la classifica, mentre gli Stati Uniti non compaiono nemmeno tra i primi 20, nonostante il dominio globale di reti Wi-Fi e pur costituendo la base di molte delle più grandi società di Internet di tutto il mondo.

Mentre alcune parti del mondo hanno una grande varietà di reti Wi-Fi, l'Africa è in ritardo. Solo circa una su 10 famiglie africane hanno avuto accesso a internet nel 2015, a fronte di oltre l' 80% dei Paesi europei. E un rapporto delle Nazioni Unite sulle stime di connettività a livello mondiale dice che quasi la metà della popolazione mondiale avrà l'accesso a Internet nel 2017, ma questa cifra scende a meno del 10% per i Paesi meno sviluppati.

I Paesi africani fanno anche pagare molto di più per la banda larga in confronto con i Paesi più sviluppati, circa 50 volte più che in Europa.

Fonte : Rilevamento dati WiGLE.net

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 27/06/2016