Pianeta Juve - Ennesima vittoria dei bianconeri che allungano il passo
Foto di repertorio (Juve web)

La scivolata del Napoli a Bergamo allarga il divario in classifica

L'ennesima vittoria della Juventus e la scivolata a Bergamo del Napoli fanno allargare il divario in classifica portandolo a 4 punti prima della sosta per gli impegni della Nazionale. Come predica mister Allegri, non si può ancora parlare di fuga.

Non si può certo negare però che i nuovi acquisti hanno iniziato a cambiare marcia. Pjanic esalta il gioco con passaggi e assist al limite della perfezione ed un certo “maestro” del gol ha già raggunto Icardi e Bacca in testa alla classifica marcatori a suon di doppiette.

I bianconeri ad Empoli confermano anche la solida fase difensiva con Barzagli impeccabile e mai sprecone, Bonucci sempre attento e Chiellini in netto recupero di condizione. Inoltre le prestazioni del giovane Lemina che, preso il posto di Khedira, rallegra e velocizza il gioco bianconero e di Cuadrado, sempre pericoloso con la sua velocità ed imprevedibilità, fanno notare che non esistono in questa squadra titolari e vice, ma tutti sono indispensabili per il bene comune: la vittoria.

Nel  primo tempo la Juventus prova tante volte a segnare, ma non ci riesce trovando prima la traversa di Khedira, da solo in area di rigore, poi con un gran tiro di Cuadrado respinto dal portiere empolese e successivamente sempre  Cuadrado, servito perfettamente da Pjanic,  da solo davanti a Skorupski non riesce a mettere la palla in rete.

L'Empoli ci prova con un tiro da fuori aria messo in angolo da Buffon e prima dello scadere dei primi 45' si spaventa su un tiro a giro di Higuain spazzato di testa da un difensore e ribattuto fuori da Cuadrado. Nel secondo tempo cambia la partita, al 20' Alex Sandro supera un avversario e mette in mezzo trovando l'imbucata di Dybala che non sbaglia.

Nei minuti successivi si scatena Higuain, che con un destro imprendibile batte Skorupski al 22'; e al 25' si ripete servito dal tocco impacciato del difensore, che permette di ballare il tango all'interno dell'area di rigore ed insaccare in tutta tranquillità. Negli ultimi spiccioli di partita ci prova con un bel tiro a giro da fuori anche Pjaca, subentrato a Dybala, ma trova la pronta risposta di Skorupski.

Considerando che son passati solo 45 giorni dall'inizio del campionato e che i  novelli juventini dovevano abituarsi al gioco bianconero, i novanta milioni spesi per un calciatore come Higuain, che oltre ai 6 centri realizzati si sacrifica per la squadra e si vede anche nella fase difensiva, possono dirsi ben spesi.

Lo stesso dicasi dei 32 per Pjanic che continua ad illuminare il centrocampo e sforna assist in consecutiva. Anche il non trasferimento di Lemina è stato vincente, essendo giovane ed attorniato da campioni che lo possono far crescere in fretta. Con una rosa ben bilanciata come quella bianconera si può raggiungere ogni obbiettivo.

 

                                                                           Marco Rabellino

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 06/10/2016