Biliardo - Asti: Ennio Campostrini, Antonio Marasco e Alessandro De Santis "oro" all'Elvis Games
Foto di gruppo conclusiva con finalisti e organizzatori

Conclusa la nona edizione del Trofeo regionale a tutti doppi

ASTI – La nona edizione del trofeo Elvis Games, torneo a tutti doppi  per categorie separate, si è conclusa domenica 20 novembre presso l’omonimo Centro Sportivo di corso Venezia 91/B. 

La kermesse regionale, diretta da Francesco Atzeni, ha sviluppato l’intenso programma di batterie eliminatorie iniziato lunedì 14 per giungere alla fase conclusiva che ha decretato il podio di ogni raggruppamento.

In quello di Eccellenza, Ennio Campostrini, da sempre pietra miliare del biliardo sportivo piemontese, ha conquistato l’alloro ai danni del valsusino Francesco Morabito, atleta in forza al The Cannibal di Sant’Antonino di Susa. 

Campostrini, Presidente e stecca doc dell’Accademia di Romano Canavese, ha disputato un ottimo match di chiusura con la condotta lineare e concreta che caratterizza il suo bagaglio tecnico e conoscitivo.

L’eporediese ha così aggiunto un nuovo prestigioso trofeo alla personale bacheca ricca di testimonianze che raccontano una fulgida carriera: esempio di amore e dedizione per il “suo” sport, quello sul cui libro continua a scrivere pagine indimenticabili.

Morabito ha retto onorevolmente il confronto mettendo in campo il meglio del suo repertorio, quello stesso chi gli valse un tricolore: il Campostrini di oggi non gli ha tuttavia lasciato scampo.

Davide Geranio (Diagonal Orbassano) e Paolo “Paulin” Spadaro (Il Birillo Uno Moncalieri) completavano la zona coppe con una meritata terza piazza ex aequo.

La seconda serie ha vissuto il successo pieno di Antonio Marasco, atleta del Borgonuovo di Settimo Torinese, che ha sconfitto nella finale Alessandro Palma, porta insegne del Club organizzatore, che ha dovuto cedere le armi pur disputando un ottimo match clou.

Marasco, possiamo dire, ha sbagliato pochissimo e questo gli ha consegnato la vittoria sul piatto d’ “oro”. Sul podio, terzi in “comproprietà”, si sono piazzatai Filippo Viarendo, astigiano del novello Royal Club, e Oronzo Pace, compagno d’équipe del vincitore.

Infine, in terza categoria, Alessandro De Santis (Parella TO), figlio di quell’Ettore che nel circuito sportivo veniva e viene tuttora simpaticamente apostrofato “Rumur”, ha siglato con una partita maiuscola una condotta di gara costante in tutto l’arco del torneo portando a casa il sospirato traguardo più volte inseguito.

La sua determinazione e concentrazione hanno chiuso la porta al pinerolese Giorgio Perotti (Diamante), non nuovo nelle posizioni che contano. Subito dopo si sono classificati Alessandro De Bartolo, Presidente e portacolori dell’Oropa TO, ed il giocatore di casa Massimiliano Baldi. 

Vito Frisi, Presidente del Csb Elvis Games, ha partecipato alla cerimonia di chiusura che ha coinvolto i suoi collaboratori più stretti Rino Licata, Consigliere provinciale Fibis, il preziosissimo Luca Gatti, da sempre nello Staff che cura ogni dettaglio in capo alla manifestazione, e lo Sponsor Salvatore Scalzo, anch’egli sempre presente nel gruppo di lavoro.

Il Segretario regionale Fibis Massimo Calleri ha condotto il protocollo di chiusura dopo l’introduzione del Direttore di gara Francesco Atzeni che ha condotto in porto con la solita maestria questa prestigiosa tappa del Circo Verde regionale.

(Foto Pronzato: dall'alto a sx il Direttore di gara Francesco Atzeni - Campostrini, Morabito, Marasco , Palma, De Santis e Perotti al tiro - Marasco, Campostrini e De Santis con Massimo Calleri -  Vito Frisi, Rino Licata e Luca Gatti)

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 22/11/2016