Biliardo - Andrea Quarta, "Arturino" Perciabosco e Davide Fiore: tris d'assi al Csb All Games
Da sx Davide Fiore, Andrea Quarta e "Arturino" Perciabosco

La kermesse a tutti doppi ha contato una nutrtitissima partecipazione di atleti

TORINO - La ripresa dell’attività agonistica dopo la pausa di fine anno ha vissuto, domenica 22 gennaio, le finali del Torneo All Games, regionale a tutti doppi per categorie separate organizzata dall’omonimo Centro Sportivo di via San Marino 31/A.

Nel prestigioso Club presieduto da Luigi Betti si sono ritrovati i finalisti scaturiti dalle batterie eliminatorie iniziate sabato 14 u.s. che hanno contato la partecipazione complessiva di circa 450 atleti del Circo Verde piemontese e valdostano.

Agli ordini del Direttore di Gara Mauro Daimo, si sono perciò svolti gli incontri determinanti per la scalata al podio che ha determinato il successo assoluto di Andrea Quarta (Guglielmo Tell VA) nella categoria d’Eccellenza, “Arturino” Perciabosco, il Domenico Stefano atleta di casa in seconda, e Davide Fiore, figlio d’arte in forza al Parella TO, in terza.

Nel dettaglio, il plurititolato Andrea Quarta ha regolato nelle finalissima Fausto Ferraris (The Cannibal Sant’Antonino di Susa), ex compagno d’équipe, che ha disputato un ottimo match che si è svolto all’insegna della cavalleria sportiva con Quarta che ha giocato nel pieno rispetto delle qualità dell’avversario affermandosi in virtù delle innate qualità che gli hanno permesso di fregiarsi di titoli iridati, europei e nazionali.

Onore, comunque, a Ferraris che non ha lesinato le giocate proprie dei “buoni”. Enzo Stoppa (Il Birillo Uno Moncalieri) e Andrea Ragonesi (Borgonuovo Settimo Torinese) hanno condiviso la terza piazza di un podio di altissima caratura.

“Arturino” Perciabosco, per nulla condizionato dal giocarsela  fra le mura amiche, si è imposto ai danni del valdostano Vincenzo Cervone che gioca sotto le insegne dello Snnoker. Al termine di una bella partita, “Arturino” ha posto il primo sigillo di casata dopo la promozione nella categoria superiore avvalorata dalla pregevole prestazione dell’avversario.

Subito dopo, terzi a pari merito, si sono piazzati Claudio Gelsomino (Bill Top TO) e Francesco Pezzuto (Billard School Nichelino).

Infine Davide Fiore, in ottimo spolvero di condizione, ha confermato il buon momento siglando il match clou con un’autorevole prestazione; Maurizio Arena (Kursal TO) si è dovuto arrendere pur fornendo una buona prova, tuttavia non sufficiente per arginare il crescendo “Parelliano”.

Giuseppe Foti (Master Pool Club Moncalieri) e Antonio Mazzotta (Il Filotto TO) si sono spartiti, ex aequo, la terza piazza. 

Questa in sintesi la volata conclusiva del torneo che Luigi, Vittorio e Kevin Betti hanno offerto al popolo del Biliardo con la B maiuscola.

Il pubblico dei grandi appuntamenti ha fatto da cornice ad ogni fase della kermesse che ha richiamato all’All Games, oltre ai Campioni all’opera, fans e appassionati che non si sono lasciati sfuggire l’occasione di vedere all’opera, fra gli altri, Andrea Quarta che il progetto sportivo personale ha portato in quel di Varese sotto le insegne, come abbiamo detto, del Csb Guglielmo Tell.

Vittorio e Kevin Betti, insieme con il Direttore Sportivo Marcello Raviola e le graziosissime Elisa e Gladis, hanno premiato i magnifici 4 di ogni raggruppamento con le coppe di assai pregevole fattura offerte dallo Sponsor “da Pecchia” di via Mercantini, grande firma della ristorazione caratteristica partenopea.

Alla premiazione è intervenuto il Segretario Regionale Fibis Massimo Calleri che ha condotto il protocollo di chiusura dopo l’introduzione del Direttore di Gara Mauro Daimo.

( Foto Pronzato: dall'alto a dx il Segretario Regionale Fibis Massimo Calleri insieme con Kevin e Vittorio Betti - il Direttore di Gara Mauro Daimo - Gladis - il DT Marcello Raviola - Elisa con Kevin e Vittorio Betti)                                                                                                                                                                                                                                                   

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 24/01/2017