Aosta - La pietra fotografata diventa racconto

Trentacinque fotografie di Diego Cesare raccontano le montagne valdostane: dal Monte Bianco all’Orrido di Prè Saint Dieder

Il progetto “Bèrio” - termine di pietra in franco-provenzale - del fotografo Diego Cesare allestito nella Chiesa di San Lorenzo ad Aosta (ingresso gratuito) curato da Daria Jorioz  si compone di trentacinque fotografie,  dopo un’accurata selezione,  in bianco e nero di medie e grandi dimensioni realizzate col bianco ottico e stampate manualmente ai sali d’argento.  Daria Jorioz  scrive nel catalogo  :” Che la montagna  sia uno spazio di straordinario interesse per la fotografia è un dato ormai ampiamente riconosciuto e storicizzato. Diego Cesare ha scelto la pietra come chiave di lettura per narrare la Valle d’Aosta, consegnandoci un progetto fotografico dalla netta connotazione territoriale”.  

Le immagini,  documentano gli aspetti più significativi  abbracciando il territorio della Valle d’Aosta: dal Monte Bianco all’Orrido di Prè Saint Didier, dalla Valle di Cogne a Fontainemore, documentando  il tema della pietra, fotografata sia dal punto di vista naturalistico e ambientale, sia da quello storico e antropologico dei manufatti litici prodotti dall’uomo nel corso della storia.

Diego Cesare :”Viviamo un’epoca in cui la presenza dell’immagine è talmente debordante che diventa fondamentale, quando si parla di fotografia, porsi una domanda sull’apparenza ovvia: sappiamo di cosa stiamo parlando”? Il visitatore osservando attentamente le fotografie  resterà affascinato è riuscirà a capire la differenza che passa dalla fotografia digitale, alla fotografia analogica.

Diego Cesare nato a Morgex (Valle d’Aosta). Effettuati gli studi artistici, è diventato fotografo professionale dal 1985. Collabora attivamente con la Regione Autonoma Valle d’Aosta, con varie agenzie di pubblicità e con studi grafici italiani e francesi.

Descrizione fotografie:

Foto : copertina catalogo

Foto: 2 Taglio di rocce Morgeux 2013   

Foto: 3 Ghiacciaio Courmayeur 2012

L’esposizione è corredata da un catalogo bilingue  italiano-francese (85 pagine € 15.00), contenente tutte le fotografie esposte edito dalla Tipografia Valdostana  e curato da Daria Jorioz.

 La mostra  ad  ingresso libero osserva  il seguente orario dal martedì alla domenica 0re 10.00-13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 chiuso il lunedì.

 

 

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 19/12/2019