Progressiva estinzione dei robot di carne e possibile comparsa di Esseri Umani.

Un processo di trasformazione universale, perfetto, magico e travolgente.

Come ogni cosa non esiste a caso, anche l’essere umano ha una ragione d’essere. E, come tutto, ha una origine. Da come si sviluppano le relazioni tra la sua origine, lo scopo per cui esiste, e quello che è e che fa, derivano i risultati che possiamo constatare.

Per prima cosa occorre considerare che per espletare le sue funzioni e compiti gli è stato concesso un certo margine di libertà; questa concessione comporta conseguenze in grado di influenzare in modo determinante la direzione della sua vita.

 

Ci sono fondamentalmente due tipi di programmi che egli può utilizzare per lo sviluppo e la gestione della propria esperienza di vita in funzione dello scopo intrinseco ad essa.

 

Un programma automatico, di cui abbiamo evidenziato le caratteristiche tempo addietro (http://www.bdtorino.eu/sito/articolo.php?id=29911), ed uno cosciente che ora descriveremo brevemente.

 

PROGRAMMA COSCIENTE DELL’ESSERE UMANO

 

Quando il contatto con l’impulso originale è ripristinato, attraverso un processo interiore guidato dalla vera conoscenza, il subcosciente può essere riconosciuto nel cosciente ed esservi accolto e purificato.

 

Così attraverso la coscienza può essere vinta la paura di morire alle proprie identificazioni, a ciò a cui ci si attacca, e lasciar emergere le forze che agiscono di nascosto dal subconscio, lasciar nascere e perseguire il vero desiderio di salvezza che armonizza il campo vitale, lasciar crescere l’equilibrio originale, ed evitare di generare altri desideri inutili o dannosi.

 

La forza espansiva dell’impulso originale ritrovato, è in grado di travolgere tutti gli ostacoli, costituiti dai:

 

  • desideri di preservare con ogni mezzo la propria vita,
  • desideri di possedere per sé i beni della terra,
  • desideri di dominare gli altri …

 

… e ristabilire le condizioni minime per la comparsa di altre forze e condizioni coerenti con il piano originale, che si traducono in:

 

  • attività onnicosciente
  • saggezza onnipresente
  • volontà inarrestabile,

 

riportando equilibrio (cioè senza più accendere lo scontro tra gli opposti) nei:

 

  •  rapporti con il cibo*,
  •  rapporti con il corpo e la sessualità*,
  •  rapporti con le cose*, 
  •  rapporti con gli altri*, 
  •  rapporti con il tempo e lo spazio*, 
  •  rapporti con il fare*, 
  •  rapporti con l’origine*,   

 

che vengono vissuti senza attaccamenti, generando una trasformazione corporale, una liberazione, che si manifesta in una vita di attività al servizio

del piano originale per una continua riformulazione, una crescita infinita, uno stato di felicità senza oggetto …

 

… come espresso da un raggio di sole che colpisce la terra ed esplode di gioia in miliardi di creature viventi con cui la cinge in un abbraccio vitale di amore incondizionato.

 

schema e testo

pietro cartella

 

* gli argomenti contrassegnati saranno oggetto di approfondimento nei prossimi articoli.

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 02/05/2020