L'angolo delle curiositą - La bellezza dell’asino

Danilo Bruni per Civico20News

La bellezza dell’asino.

 

Si dice, di solito, di giovani, che pur non brillando per una particolare avvenenza, sono gradevoli alla vista per via dell’aspetto fresco e sano, tipico della gioventù.

 

È un’espressione che viene usata anche in senso ironico per dire che una determinata persona è tutt’altro che bella o quando qualcuno, per invidia, tenta di sminuire agli occhi degli altri il fascino di un uomo o di una donna ancora nel fiore degli anni.

 

Ma anche in questo caso la locuzione è giunta a noi, filtrata da un madornale errore. Il povero asino è stato chiamato in causa ingiustamente.

 

L’equivoco nasce dall’espressione francese “la beauté de l’âge” che significa la bellezza dell’età, con chiaro riferimento alla giovinezza.

 

Questa espressione, però, per un errore di trascrizione o riportata in modo errato per via dell’assonanza, è mutata in “la beauté de l’âne” che vuol dire la bellezza dell’asino.

 

È la prova che quando un modo di dire si afferma nell’uso comune, rimane così per sempre a dispetto del significato.

Danilo Bruni

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 12/05/2020