Pianeta Juve - I bianconeri ... asfaltano il Lecce e si portano a +7 sulla Lazio

L'Analisi di Marco Rabellino

Una partita iniziata in salita con la juventus che fatica. Col passare dei minuti i bianconeri prendono campo e si rendono pericolosi con il trio d’attacco. Al 31’ Betancur recupera palla e viene steso da Lucioni mentre si invola a rete. Rosso diretto per il giocatore del Lecce. Il primo tempo si conclude con due errori di mira di Ronaldo prima e Bernardeschi subito dopo. Al 53’ è Dybala a portare in vantaggio i bianconeri. Ronaldo intercetta un brutto passaggio e consegna palla all’argentino che calcia all’incrocio dei pali.

Al 61’ l’arbitro concede il rigore per fallo di Rossettini su Cr7 che dal dischetto non sbaglia. Juve avanti 2-0

Nel finale si rivede in campo Higuain, che al 79’ testa i guanti a Gabriel e al minuto 83 lo infila. Neanche tempo di festeggiare che De LIgt firma il poker per i bianconeri.  Una bella partita nel secondo tempo condizionata dall’espulsione per il Lecce che si stava difendendo bene e arrecava qualche preoccupazione alla squadra bianconera.

De Ligt è stato eccellente questa sera. Ottime chiusure e qualche occasione con anche tiri da fuori che portano a mettere il suo nome sul tabellino marcatori.

Bonucci dirige la difesa ma con un compagno come l’olandesino non deve fare straordinari.

Dybala è il più propositivo nel primo tempo e nel secondo mette subito la firma sul match. Ottimo tiro a giro e altro gol da segnare nel suo palmare.

Ronaldo è stato molto impreciso, sbaglia qualche occasione poi concede l’assist a Dybala e si rimette in riga procurandosi e segnando il rigore e concedendo una palla d’oro a Higuain, al rientro dopo la sosta.

Una nota dolente è Pjanic che non sembra più il giocatore di un tempo. Molto confuso e impreciso, i compagni lo cercano poco. Se bisogna venderlo lo si deve fare in fretta.

Un giocatore in crescita è Bernardeschi. Sta crescendo nelle prestazioni ed e più incisivo di quanto lo era pre Covid. La sosta ha fatto bene.

Rimane il fatto che non esiste un gioco espresso. Oggi la vittoria facile l’ha consegnata Lucioni facendosi mostrare il rosso altrimenti sarebbe stata una partita più combattuta. Poi con la qualità la Juventus ha dilagato ma rimangono dubbi sul gioco in-espresso.

(ansa.it)

 

Marco Rabellino

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 27/06/2020