Pianeta Toro Preziosa vittoria casalinga dei granata che battono il Brescia 3 a 1

All'Olimpico Grande Torino i ragazzi di Moreno Longo piegano le "rondinelle"

All’Olimpico Grande Torino i granata si giocano una bella fetta di tranquillità per il prosieguo del campionato e la squadra entra in campo con lo spirito giusto e la giusta concentrazione. Il Mister Moreno Longo torna al 4-4-2 con Zaza al fianco di Belotti per dare più peso all’attacco mentre dietro rientra Nkoulou a dar sicurezza alla difesa.

Alterne battute iniziali portano al 21° con la doccia fredda che viene dall’inaspettato vantaggio del Brescia che va in gol con Torregrossa che va vicino al bis nel corso della prima frazione di gioco.

La ripresa parte con il Brescia ancora protagonista, ma questa volta in negativo: il difensore Mateju devia nella propria rete una caparbia iniziativa di Verdi.

E’ il primo affondo torinista del secondo tempo e fa ben sperare; la conferma la dà il “Gallo” Belotti che incorna il gol del vantaggio dieci minuti dopo chiudendo un bel fraseggio del collettivo.

Il Brescia non gioca male, ma fra i pali del Toro c’è “saracinesca” Sirigu che ferma ogni conclusione delle rondinelle dando sicurezza all’intero reparto difensivo.

Ma si sa che il calcio è imprevedibile ed i capovolgimenti sono frequenti; quello più significativo porta al terzo gol del Toro che viene messo a segno da Zaza pronto nei sedici metri a buttarla dentro.

E’ il 41°: stavolta è fatta e Longo può finalmente tirare un respiro di sollievo e di liberazione: finalmente i tre punti, finalmente la vittoria cercata e raggiunta con merito.

Un’ottima carica in vista della trasferta in terra meneghina; lunedì prossimo i granata se la vedranno con l’Inter a San Siro: una partita non facile, ma i nerazzurri degli ultimi tempi non incutono il timore riverenziale della squadra che a tutt’oggi si allontana sempre più dalla lotta per lo scudetto.

Partita decisiva per tutt’e due le formazioni, ma il Toro visto con il Brescia fa ben sperare nel risultato positivo che potrebbe portare, perché no, altri tre punti preziosi nel carniere dei ragazzi che ieri hanno dimostrato un nuovo spirito di attaccamento ai colori sociali ed al Mister Longo che, a nostro avviso, può essere confermato alla guida di una squadra che ha raccolto a pezzi e sta ricompattando con umiltà e saggezza.

(Immagni Torino FC)

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 09/07/2020