Pianeta Juve - I bianconeri rischiano ma pareggiano con l'Atalanta

L'Analisi di Marco Rabellino

A Torino arriva l’Atalanta, la squadra più in forma del momento. I bianconeri schierano i rientranti dalla squalifica De Ligt e Dybala.

Il primo tempo la Juventus lo passa guardando l’avversario. L’atalanta gioca meglio schiacciando la Juve e tentando più volte la conclusione. Ci provano Gomez prima e Ilicic poi ma ad avere la meglio è Zapata che trafigge i bianconeri al 16’ con un rasoterra da pochi passi portando a compimento una bella azione di Gomez.

La Juventus reagisce con Dybala che calcia debolmente il pallone nelle mani di Gollini. L’atalanta comanda e solo al 33’ la Juve si rende pericolosa ancora con Dybala che incrocia sul palo lontano ma trova la deviazione in angolo. Il secondo tempo si apre la Juventus che attacca. Al 54’ De Roon intercetta una palla di Dybala col braccio e l’arbitro concede il penalty che CR7 trasforma di potenza.

L’Atalanta prova a spingere di nuovo prima con colpo di testa di Hateboer e poi con Malinovsky che sfiora il palo da fuori area. Al 77’ CR7 stoppa al volo e calcia in porta trovando una super parata di Gollini. Al minuto 80 la difesa bianconera sbaglia ancora un disimpegno e lascia palla a Muriel che serve Malinovsky. L’ucraino calcia forte in porta trafiggendo il portiere juventino.

La Juve sembra battuta ma ad un minuto dal termine Muriel tocca con la mano in area sul passaggio di Higuain. Altro rigore per i bianconeri che sempre CR7 trasforma. Partita che si chiude sul 2-2.

Partita bella e combattuta anche se un primo tempo dove la Juventus non era pronta e si è lasciata comandare.

Szczesny sui gol è incolpevole. Bonucci mette in campo un’altra prestazione non brillante come anche Cuadrado che sbaglia qualche tocco e soffre in fase difensiva.

Sbaglia anche De Ligt che perde Zapata sul gol ma poi copre bene.

Danilo non si ambienta alla Serie A e soffre molto le avanzate di Ilicic.

Betancur non eccelle da regista con qualche errore di troppo. In crescita invece Rabiot che sembra ritrovare smalto e come contro il Milan si propone molto.

Matuidi gioca di fisico come sa fare e si merita la sufficienza.

Bernardeschi oggi sbaglia di tutto. Sulla fascia non riesce a convincere. Dybala continua ad essere l’uomo più in forma. Cerca il gol che non arriva e si procura il rigore del primo pareggio. Viene sostituito da Higuain che non si vede mai se non al 90’ con il passaggio che vale il secondo rigore.

Ronaldo non brilla ma dal dischetto non sbaglia. Due rigori perfetti che regalano almeno il pareggio ai bianconeri.

(immagine ansa.it)

 

Marco Rabellino

 

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 12/07/2020