Hotel Ristorante Ca' del Lupo

Prosegue il nostro itinerario enogastronomico con una visita al ristorante Ca' del Lupo, di Montelupo albese

Un altro tuffo nel Pianeta Langa ci porta a visitare un delizioso ristorante situato nel Comune di Montelupo Albese.

Partendo da Alba sarà possibile raggiungere Montelupo in circa 15 minuti, passando da Diano d'Alba o da Rodello, due percorsi equivalenti che doneranno al turista esigente la totale immersione nei colori e nei profumi dei vigneti.

Rodello, in particolare, si trova sul versante opposto a Montelupo: varie storie di “campanile” hanno descritto una antica discordia che forse i più anziani ricorderanno ancora… “Montelupo albese, cattiva gente e brutto paese” dicevano quelli di Rodello… “La gente di Rodello conosce il male e non conosce il bello”, ribattevano gli altri…

Seguivano scaramucce domenicali che terminavano con qualche naso rotto e tante offese all’amor proprio.

Abbiamo visitato, proprio a Montelupo, il rinomato ristorante “Ca’ del Lupo” che offre al turista anche la possibilità di fermarsi per la notte nell'omonimo hotel. 

Stefano Drocco, proprietario dell’Hotel Ristorante Ca’ del Lupo ci invita a degustare un menù di sicuro interesse gastronomico.

La cucina riprende i canoni classici del “modello piemontese”, aggiungendo un tocco di indiscussa professionalità e competenza che rendono il locale molto apprezzato dai turisti preparati e competenti. La sala è ottimamente amministrata da giovani molto gentili e disponibili che conoscono i tempi della clientela e sanno fornire i giusti consigli nelle scelte sia della carta del menu che in quella dei vini.

Stefano ci racconta la storia di questa importante impresa familiare: la costruzione sorge nel 1975 come abitazione privata  e solo nel 1991 si decide di trasformarla in ristorante per onorare la tradizione di nonna Quintina che negli anni sessanta possedeva, a Montelupo, una piccola trattoria.

L’alchimia della trasformazione, grazie alla capacità imprenditoriale di Stefano Drocco, ha permesso di mantenere inalterato il senso della tradizione familiare, ripresentando i ”classici di Langa” come i Tajarin alla piemontese, il coniglio nostrano cotto in forno a legna o il Vitello tonnato con gli stessi gusti e profumi dei tempi passati, o, per dirla alla piemontese, come si faceva una volta… come li faceva una volta nonna Quintina.

Ovviamente a questi e agli altri piatti tradizionali si sono aggiunte importanti integrazioni più moderne come le Pappardelle al pesto di carote e nocciole con caprino al timo, i Bocconcini di Fassone all’Arneis e la Caponatina di melanzane con burratina.

Stefano, seduto al nostro tavolo, ci racconta la nascita di queste nuove ricette, dei suoi viaggi per il mondo alla ricerca di particolari associazioni gastronomiche e della conquista, quasi maniacale, di una precisione negli equilibri tra i vari componenti dei piatti, che ne garantiscano la costante qualità e la riconoscibilità dei sapori.

La vita dello Chef non è semplice, afferma Stefano, è una ricerca continua e meticolosa. Creare un nuovo piatto da proporre in sala significa sperimentare decine di possibili combinazioni, scartandole quasi tutte, si quasi tutte tranne una... fino alla scoperta di quella particolare combinazione che, al pari di una ricetta alchemica, risulta essere quella giusta.

La scelta dei vini è all'altezza del Locale. I classici di Langa e del Roero traducono le tipologie delle uve prodotte sulle differenti sponde del Tanaro, in altrettante bottiglie di pregio.

La carta offre un ottimo rapporto qualità/prezzo, e concede anche un menu degustazione a 35 euro, bevande escluse.

Non abbiamo parlato della vista spettacolare offerta dalla posizione paricolarmente fortunata del Locale, che nella stagione della vendemmia offre tutta la gamma di colori di Langa, e tutti i profumi delle prestigiose uve della zona.

 

Contatti:

hotel@cadellupo.it

ristorante@cadellupo.it

 

tel: 0039 0173 617045/617249

 

 

 

 

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 23/08/2020