Torino futura sede dell'Istituto per l'intelligenza artificiale

Riconosciuto il ruolo di avanguardia del territorio nell'innovazione scientifica e tecnologica

Fonte: Ufficio Stampa Città metropolitana di Torino.

 

Il fatto che la Presidenza del Consiglio abbia individuato Torino come futura sede dell’Istituto per l’intelligenza artificiale è il riconoscimento del ruolo di avanguardia che la città e l’intero territorio metropolitano hanno sempre avuto nel settore dell’innovazione scientifica e tecnologica: lo sottolinea il, Vicesindaco metropolitano commentando la notizia giunta stamani da Roma.

L’I3A coordinerà le varie attività di ricerca in questo campo e, a giudizio della Città Metropolitana, potrà contare sui centri di eccellenza nella ricerca scientifica che le istituzioni pubbliche come Politecnico e Università e le aziende private hanno creato negli ultimi anni nel capoluogo subalpino. L’amministrazione metropolitana ritiene strategica la capacità di attrarre talenti internazionali e risorse per la ricerca a Torino, che può diventare in pochi anni un punto di riferimento di livello europeo per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale, le connessioni a banda larga e 5G e la garanzia della loro sicurezza, l’industria manifatturiera e l’agroindustria ad alto contenuto di innovazione, la produzione di energia a basso impatto ambientale e la ricerca biomedica.

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 05/09/2020