Il bellissimo Cammino del Tigullio, tra mare, monti e borghi

Una fantastica escapade all'italiana

Dopo una calda estate di restrizioni, eccoci piombati in autunno.

Le vacanze estive sono ormai solo un ricordo, ma il dolce clima marino a pochi chilometri da casa nostra potrebbe portarci a desiderare altri momenti di evasione.

Nel caso proposto oggi, le distanze da Torino sono davvero minime e l’escapade si presenta avvincente… quindi, perché non approfittarne?

Si tratta di un piccolo meraviglioso ‘viaggio’ tra mare, monti e borghi, degno di un’approfondita visita.

Vengono infatti da tutto il mondo per ammirare il Golfo del Tigullio, a levante di Genova: un susseguirsi di insenature meravigliose, belle spiagge e porticcioli a cui attraccano i battelli di linea, le barche dei pescatori e gli yacht.
Piccole e grandi città di Riviera, con un gioiello famoso nel mondo: Portofino.

Un tratto di Riviera che rappresenta la dolce vita italiana, meta ambita dei vip del turismo, che nasconde però anche delle zone meno conosciute e altrettanto belle.

Proprio per questo è nato un bellissimo itinerario da percorrere a piedi, che consente di ammirare gli scorci da cartolina di questo angolo della Liguria.

Sulla dorsale si percorrono le cime più alte di quello che è un anfiteatro naturale, raggiungendo anche gli 800 metri di altitudine.
Si scende poi lungo le antiche ‘crêuze‘ a visitare sconosciuti borghi rurali, chiese millenarie, antichi oratori, abbazie, lazzaretti, castelli, santuari, cappelle nascoste dall’aspetto ancestrale… oltre ad alcuni ristoranti speciali e alle persone del posto con i loro segreti e aneddoti da raccontare.

Il Cammino del Tigullio è stato inaugurato a luglio 2020 e consiste in un percorso ad anello lungo all’incirca 75 chilometri.
Lo si può percorrere in tutta calma, ed è per questo che gli ideatori del progetto (BioTigullio5Terre) hanno idealmente suddiviso il percorso in cinque tappe.

Dallo splendido santuario cinquecentesco, considerato tra i principali della Liguria, si prosegue per giungere nel bellissimo e ancora poco valorizzato borgo rurale di Chignero, a pochi chilometri da Rapallo, un piccolissimo paese che conta meno di cento abitanti e che si erge a 380 metri sul mare, detto anche la “Svizzera Tigullina”.

Da Chignero si parte e si arriva poi a Sal Lorenzo della Costa, una frazione di Santa Margherita Ligure, nel cuore del Parco Regionale del Monte di Portofino.

Muovendosi da San Lorenzo si arriva prima a San Fruottuoso di Camogli, per poi muoversi con il battello, il “primero”, raggiungere Portofino e da lì sulla litoranea fino ad arrivare a Santa Margherita Ligure.

L’ultima tappa di questo pittoresco cammino costeggia il mare, tra Santa Margherita e Rapallo, e poi, il piccolo borgo marinaro di Zoagli, San Michele di Pagana, San Pietro e Sant’Andre di Rovereto, per fare infine felice ritorno a Chiavari.

Un itinerario unico che offre la possibilità di osservare con meraviglia, dall’alto, quello specchio marino d’un azzurro penetrante.

Anche chi non è un grande camminatore dovrebbe ‘lanciarsi’ in questo viaggio, e percorrere il cammino, almeno in parte.
Per loro, e per chi invece desidera percorrerlo interamente, sul cammino sono presenti anche le strutture convenzionate.

In cinque giorni e quattro notti si potranno così ammirare tante bellezze paesaggistiche e gustare le specialità gastronomiche locali, insomma… un’esperienza unica e mozzafiato, da vivere almeno una volta nella vita.

E voi, cosa state aspettando? Si parte!

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 26/09/2020