Pompeo torna all'attacco di Pechino: "Il Partito comunista è responsabile della pandemia"

Tweet del segretario di Stato Usa: "Il Pcc sapeva quanto fosse virulento il Covid-19 e ha fatto sparire i giornalisti che cercavano di dare l'allarme"

Mike Pompeo torna ad attaccare la Cina, e il Partito comunista cinese, per la pandemia di coronavirus.

 

Il segretario di Stato americano, che la settimana prossima sarà a Roma dove incontrerà il governo italiano e il Papa, ha scritto su Twitter:

 

"Il Partito comunista cinese sapeva quanto fosse virulento il coronavirus.

Hanno censurato e fatto sparire gli informatori e i giornalisti che hanno cercato di dare l'allarme.

Il Pcc è il responsabile della pandemia globale che ha ucciso più di 200 mila americani e quasi un milione di persone nel mondo".

 

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 26/09/2020