Viaggio alla scoperta del Piemonte dei castelli

In una zona ancora lontana dal turismo di massa si può scoprire un inedito Piemonte dei castelli che pochi conoscono. A cavallo tra Langhe e Monferrato, in una di quelle che vengono definite le zone più belle della regione, si trovano castelli sfarzosi e dimore storiche lussureggianti che vale la pena scoprire.

Non tutti lo sanno, ma in Piemonte ci sono centinaia di castelli, alcuni purtroppo in stato di abbandono e altri invece riportati agli antichi fasti. Una chicca imperdibile non solo per chi ama questa regione, ma anche per chi desidera un'esperienza diversa dal solito. 

Molti dei castelli piemontesi, come la Reggia di Venaria, il Castello di Rivoli, il Castello di Moncalieri, il Castello di Pollenzo e molti altri anche in zona Torino, sono stati inseriti nel sistema delle residenze sabaude e fanno parte del Patrimonio dell'Umanità UNESCO. Un'occasione ghiotta per chi ama la storia e l'arte.

Un tour dei castelli del Piemonte come quello pensato da Tramundi consente di scoprire le Langhe tra castelli, ma anche buon vino e pregiato tartufo. Un viaggio che riesce a coniugare sia la bellezza architettonica e naturale che la buona cucina. Un'occasione da non perdere per gli amanti dell'enogastronomia e dell'arte. 

Grazie alla presenza di una guida autoctona, poi, è possibile scoprire dettagli, curiosità e aneddoti che altrimenti andrebbero persi. Il consiglio? Scoprire le Langhe attraverso gli occhi di chi ama e conosce la zona perché solo in questo modo sarà possibile vivere la migliore esperienza possibile. 

Scoprire le Langhe, del resto, significa fare un viaggio che permette di entrare nel cuore pulsante della tradizione piemontese, conoscendo così da vicino un territorio ricco e molto sfaccettato. Dai castelli alla ricerca nel bosco di tartufo, dalle cooking class alla degustazione di vini, un tour come quello proposto è pensato per far vivere un'esperienza ricca di emozioni e di scoperte interessanti. Un'esperienza che riesce a mettere sullo stesso piano bellezza e buona cucina declinata in quella che è la tradizione piemontese della zona.

Una visita nella Langa del Moscato, ad esempio, permette di visitare la zona di produzione del Loazzolo, vino prodotto con uve Moscato. Non solo: è possibile visitare anche una delle cantine Patrimonio dell'Umanità recandosi a Canelli, patria dello spumante e molto altro ancora. 

Vivere questo tipo di avventura, tra cibo, arte, sostenibilità, permette di venire a contatto con una realtà autentica che molto racconta del posto che si visita. Un'esperienza creata su misura per chi ama questo genere di viaggi e non vede l'ora di prenotare il prossimo. 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 01/10/2020