Valenza (AL) - Elezioni comunali: Maurizio Oddone eletto Primo Cittadino

Rovesciato il risultato del primo turno: vittoria del Centrodestra

Alla fine l’Orgoglio Valenzano, suo cavallo di battaglia per tutta la campagna elettorale l’ha spuntata. Da lunedì pomeriggio Valenza ha un nuovo sindaco, il primo della Lega nella sua storia. Maurizio Oddone, sostenuto dal centrodestra (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia) con 3999 voti, pari al 50,14% ha avuto la meglio dopo un avvincente testa a testa su Luca Ballerini del centrosinistra (Partito democratico, Valenza Futura, Valenza Bene Comune, Italia Viva) ‘sotto’ di appena 23 voti avendone conseguiti 3976 pari al 49,86%.

 

In questo modo si è, pertanto, rovesciato il risultato del primo turno quando Ballerini era davanti di sole 13 preferenze rispetto al neo-sindaco. Entrambi i contendenti hanno fatto a meno di un apparentamento con Alessandro Deangelis, la sorpresa del primo turno che, nonostante il 12% e oltre 1120 voti raccolti siederà adesso in solitaria a Palazzo Pellizzari.

 

Ballerini che appresa la notizia della vittoria di Oddone si era recato all’ufficio elettorale di Oddone in corso Garibaldi per fargli gli auguri sottolinea che in consiglio comunale ‘rappresenterò e difenderò i valori che mi rappresentano e tutti quelli che hanno creduto in me con una opposizione attenta, seria e costruttiva per la tutela della città’.

 

Con meno fair play, invece, il sindaco uscente Gianluca Barbero, molto attivo sotto l’aspetto istituzionale durante la campagna elettorale, soprattutto per quanto riguarda l’ambito sanitario, non rassegnandosi forse alla sconfitta ha proposto un primo ricorso, respinto, sulle schede contestate e ne sta valutando un altro sulle nulle.

 

Dal canto suo il vincitore, Maurizio Oddone esprime in una nota tutta la sua soddisfazione:

 

“Con l’esito di questa votazione Valenza ha dimostrato di avere voluto voltare pagina. Il risultato di queste elezioni rimarrà alla storia della città che ha così dimostrato la propria voglia di cambiamento. Sarò il sindaco dei cittadini, dei valenzani, per portare avanti con orgoglio ed identità la rinascita della nostra comunità, sempre a loro disposizione perché il Comune sia davvero la casa di tutti. Non ci sarà un primo passo in assoluto ci sono tante cose da fare. Tra le priorità in assoluto ci sarà il lavorare per il decoro della città, per fare crescere l’occupazione, l’attenzione alle categorie produttive ed ai più deboli e, a brevissimo, un viaggio a Torino, per l’ex Mauriziano”.

 

Il neo sindaco si rivolge poi anche al suo competitor:

 

“Ho apprezzato molto le congratulazioni del mio sfidante, Luca Ballerini, e mi auguro di poter coinvolgere anche lui per lavorare insieme per la nostra Città”.

 

Intanto il neo-sindaco ha avuto sin da martedì sera il primo impegno, ancora ufficioso, in attesa dell’ufficializzazione dell’incarico, con un incontro con la Consulta comunale del volontariato sociale. Prossimo impegno sarà la costruzione della squadra di governo con vice l’ex consigliere regionale ed ex vice presidente del consiglio comunale

Luca Rossi di Forza Italia che dichiara:

 

“Adesso comincia il difficile: riunire una città divisa in due come mai in passato per raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti”.

 

E il deputato della Lega, e sindaco di Fubine Monferrato, Lino Pettazzi evidenzia che

 

“a Valenza c’è stato un ottimo lavoro di squadra unito alla bontà degli argomenti della campagna elettorale. La vittoria è arrivata anche grazie alla nostra visione sull’ex Mauriziano”.

 

Massimo Iaretti

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 07/10/2020