La XX Festa Rurale del Cevrin, a Coazze (Torino)

Coazze festeggia il ventesimo compleanno della sua Festa

Domenica 18 ottobre Coazze festeggia il ventesimo compleanno della sua Festa Rurale del Cevrin. Nata nel 2000 dalla collaborazione tra l’associazione dei produttori del formaggio Cevrin di Coazze, il Comune e le associazioni del territorio, la Festa patrocinata dalla Città Metropolitana di Torino raggiunge un importante traguardo.

In questo 2020 così particolare, dopo tante difficoltà ed incertezze, l’amministrazione comunale, insieme all’ufficio turistico, alle associazioni ed ai commercianti del paese, può finalmente dare il via ai festeggiamenti. Ovviamente la manifestazione segue le disposizioni per la prevenzione del Covid-19 e i festeggiamenti sono un po' limitati.

UN VIDEO SULLA MINIERA DI TALCO GARIDA

Il primo appuntamento è per venerdì 16 ottobre alle 18 al Palafeste nel parco comunale di via Matteotti 2, con la presentazione e la proiezione ad ingresso gratuito del nuovo video promozionale dedicato alla miniera di talco Garida di Forno di Coazze, realizzato dall’associazione GECO in collaborazione con l’Ecomuseo dell’Alta Val Sangone e con il gruppo Speleo Club Saluzzo “Francesco Costa”.

Dopo la proiezione è prevista una degustazione di prodotti tipici locali. È richiesta la prenotazione all’ufficio turistico di Coazze di viale Italia ’61 3, chiamando il numero 011-9349681 o scrivendo a turismo@comune.coazze.to.it

“IL LIBRO DELLE CINQUE. TÈ, LIBRI E BISCOTTI”

Sabato 17 alle 17 nella sala conferenze dell’Ecomuseo dell’Alta Val Sangone in viale Italia ’61 1 inizia invece la rassegna letteraria autunnale “Il libro delle cinque. Tè, libri e biscotti” con la conferenza ad ingresso gratuito “L’Italia in guerra, battaglie sulle Alpi Occidentali”, durante la quale si presentano gli ultimi volumi dello storico Mauro Minola. Anche in questo caso è richiesta la prenotazione all’ufficio turistico.

UNA GIORNATA DI FESTA RURALE

Domenica 18 alle 10 si inaugura ufficialmente la XX Festa Rurale del Cevrin con l’esibizione della banda filarmonica di Coazze e del gruppo majorettes Happy Blue.

Durante tutta la giornata lungo Viale Italia ‘61 e nelle piazze del paese, sono allestiti stand dedicati ai prodotti agro-alimentari e gastronomici di qualità dei territori alpini, al Cevrin di Coazze e alle patate di montagna. È possibile visitare la rassegna dei formaggi d’alpeggio, l’esposizione delle forme di pane tradizionali, dei prodotti dell’artigianato artistico e d’eccellenza e delle scuole d’intaglio.

Non mancano, come tradizione, le dimostrazioni della filatura e della tessitura tradizionale a cura del gruppo “I nostri Antichi Mestieri” e la mostra delle capre di razza Camosciata delle Alpi e delle vacche di razza Barà Pustertaler.

Dalle 11,30 in piazza De Vitis è in programma la degustazione guidata dei formaggi d’alpeggio, con un breve corso tenuto dagli esperti dell’ONAF, l’Organizzazione nazionale degli assaggiatori di formaggi. I posti sono limitati e la prenotazione è obbligatoria all’ufficio turistico entro le 11.

Per il pranzo, oltre agli stand di street food presenti in fiera, è possibile degustare i menù dedicati al Cevrin nei ristoranti e trattorie del centro e dintorni.

Per i più piccoli c’è l’area giochi in piazza I Maggio con i gonfiabili, mentre a partire dalle 14 è aperta al pubblico la palestra di arrampicata in piazza Cordero di Pamparato, grazie ai volontari del Soccorso Alpino sezione Val Sangone.

Dalle 15 in avanti è possibile assistere al laboratorio di panificazione a cura dei panettieri De.C.O. Alle 15 in viale Italia ’61 si tiene una dimostrazione della mungitura a cura dell’associazione produttori Cevrin di Coazze, mentre alle 15,30 la dimostrazione di caseificazione è a cura dell’Ente di gestione delle Aree protette delle Alpi Cozie. Alle 16 c’è una nuova degustazione guidata dei formaggi d’alpeggio e a seguire lo showcooking dedicato alla preparazione della Sioula Pieña alla moda di Coazze (marchio De.C.O.) a cura di Franco Giacomino, chef del ristorante La Betulla di San Bernardino.

A partire dalle 17 in piazza Cordero di Pamparato si svolgono le premiazioni, l’estrazione dei premi per il gioco “Caccia al toponimo” e la nomina dei vincitori del concorso “Il banco più bello”.

Alle 17,30 arriva in piazza un gregge di capre di razza Camosciata scese dagli alpeggi del Sellery per il ricovero invernale.

A seguire la nona edizione di Miss Ceura, selezione di capre di razza Camosciata delle Alpi a cura dell’Associazione regionale allevatori.

In occasione della Festa l’ufficio turistico è aperto con orario continuato ed ospita un’esposizione di sculture in legno realizzate dall’associazione “Il Picchio”.

Nelle sale dell’Ecomuseo è invece allestita la mostra “510”, un racconto in immagini della vita e del lavoro in un rifugio alpino in tutti i suoi momenti, a cura di Riccardo Assandri.

PASSEGGIANDO ALLA SCOPERTA DELLA VAL SANGONE

Si ripropongono le passeggiate alla scoperta della Val Sangone. A partire dalla mattina di domenica 18 si svolgono visite guidate alla miniera di talco Garida a Forno di Coazze, con prenotazione obbligatoria all’ufficio turistico entro il giorno prima, a cura dell’associazione GECO.

Agli appassionati di mountain bike è dedicato un raduno con escursione al Colle Bione insieme all’associazione Valsangone Outdoor. Il ritrovo è alle 9 all’Aleghe bike School MTB in Strada Provinciale 190 angolo Via Matteotti.

Le escursioni a piedi organizzate dall’associazione “Duma c’anduma” si svolgono lungo un percorso ad anello, con visite guidate alla miniera Garida e pranzo al sacco.

Per informazioni e prenotazioni si può consultare il sito Internet www.ducanduma.org o scrivere a info@dumacanduma.org

Per informazioni sulle escursioni, dettagli sul programma ed eventuali iscrizioni l’ufficio turistico di Coazze risponde al numero 011-9349681 e all’indirizzo e-mail turismo@comune.coazze.to.it.

L’ufficio è aperto dal martedì al venerdì e la domenica dalle 9,30 alle 12:30, il giovedì e il sabato dalle 15,30 alle 18,30.

 

Fonte: Ufficio Stampa Città metropolitana di Torino.

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 13/10/2020