Organalia ritorna a San Maurizio Canavese (Torino)
L'organista Luca Benedicti

L'organista Luca Benedicti alla consolle dello splendido strumento nella chiesa parrocchiale

Dopo il lusinghiero successo ottenuto da Organalia 2020 nel mese di settembre con un concerto alla chiesa plebana, domenica 18 ottobre alle 21 a San Maurizio Canavese l’appuntamento musicale è nella chiesa parrocchiale di via Bertone 13 con l’organista Luca Benedicti, alla consolle dello splendido strumento costruito da Francesco Vittino e dal nipote Francesco Vegezzi Bossi nel 1912.

Luca Benedicti, laureato in organo e composizione organistica e in musica corale e direzione di coro al Conservatorio Giorgio Federico Ghedini di Cuneo, è concertista dal 1988 e si esibisce in Italia, in Europa, negli Stati Uniti e in Australia.

Nel 2018 si è esibito a Londra alla consolle dell’organo della Westminster Abbey e nel 2019 è stato nuovamente invitato a suonare nella Cattedrale di Bruges e ha tenuto un concerto sul prestigioso organo Walcker collocato nell’Eglise de Saint-Paul a Strasburgo. Collabora con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI dal 2004 e con il coro Maghini dal 2008. È direttore artistico di due importanti rassegne organistiche internazionali a Cuneo e ad Alba e collaboratore dell’accademia corale “Stefano Tempia” di Torino. Ha recentemente registrato, alla consolle dell’organo Mascioni della cattedrale di Vercelli, un CD con le Sei Sonate per organo opera 65 di Felix Mendelssohn per l’etichetta Elegia Classics (www.elegiaclassics.com).

Il concerto verrà aperto da due pagine di Dietrich Buxtehude, compositore prebachiano molto importante e significativo. Si potranno ascoltare, quindi, sia il Preludio, Fuga e Ciaccona in Do maggiore (BuxWV 137), sia il Preludio al Corale “Ach Herr, mich armen Sünder” (BuxWV 178) (“Ah, Signore povero peccatore io sono”). Quindi Luca Benedicti entrerà nel repertorio romantico tedesco con la Fantasia e Fuga in Sol minore e l’Andante in Re maggiore di Felix Mendelsshon-Bartoldy. La magnifica Suite gothique di Léon Boëllmann occuperà il centro dell’appuntamento concertistico, a cui farà seguito un’altra pagina di musica francese, la celeberrima Pavane di Gabriel Fauré. Si potranno poi ascoltare due interessanti pagine di Marco Enrico Bossi ispirate allo stile francese: Résignation e Rédemption. Due brani di Charles-Marie Widor tratti dalla Sinfonia opera 13 saluteranno il pubblico di San Maurizio Canavese: Andante Cantabile e Finale.

Il concerto, come di consueto, è ad ingresso con libera offerta.

L’accesso avverrà a partire dalle 20,30, osservando le norme anti Covid previste per l’ingresso nelle chiese: uso della mascherina, igienizzazione delle mani, rilevamento della temperatura, occupazione del posto opportunamente segnalato.

Il concerto è organizzato in collaborazione con l’Unione dei Comuni del Ciriacese e Basso Canavese, il Comune di San Maurizio Canavese, l’associazione Amici di San Maurizio, d’intesa con la parrocchia.

Per informazioni ulteriori si può scrivere a info@organalia.org

 

Fonte: Ufficio Stampa Città metropolitana di Torino.

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 15/10/2020