Pianeta Juve - Bianconeri inceppati non superano il Crotone

L'Opinione di Marco Rabellino

Bianconeri inceppati, entrano male in campo e Bonucci al 12’ regala un rigore al Crotone. Bonucci interviene in ritardo su Reca e Simy non perdona Buffon portando in vantaggio gli avversari.

Al 21’ Chiesa trova il cross giusto che imbecca Morata. Lo spagnolo non sbaglia e centra il pareggio.

La partita è noiosa con poche emozioni. Portanova manca la rete per poco, Cordaz e la mira non precisa salvano il Crotone. Anche Betancur sfiora la rete mancando di pochi centimetri il bersaglio. Sul lato opposto Cigarini spaventa la Juve. Al 60’ Chiesa atterra Cigarini e si becca il rosso diretto. In 10 nella Juve si sveglia Morata. Al 63’ il palo nega il gol e al 79’ la rete la trova deviando un tiro di Cuadrado ma il Var dopo numerosi replay non concede il gol per un fuorigioco. Nel finale poche emozioni e squadre che si accontentano del pareggio.

Qualcosa da rivedere in questa Juventus c’è. Bonucci si perde il primo tempo non trovando mai il ritmo partita. Demiral mette le pezze alla difesa salvando in molte occasioni i bianconeri. Danilo copre bene dietro a Chiesa e sembra trovare posto nella Juve dopo un anno non brillantissimo.

Arthur tiene troppo palla e commette qualche errore di troppo, esce per far posto a Rabiot che mette muscoli e qualità ma non basta.

Betancur non eccelle ma lavora per la squadra. Manca ancora il ritmo

Frabotta dopo un bell’inizio di stagione, oggi sbaglia troppo. Forse troppa convinzione che lo ha mandato in tilt.

Kulusevski sottotono, anche lui sbaglia troppo. L’unica cosa ottima è il passaggio per Chiesa che porta al pareggio.

Chiesa alla prima con la maglia bianconera vuole mettersi in mostra. Bello l’assist a Morata ma l’uscita anticipata per rosso diretto non deve capitare. Fa diventare amaro l’esordio.

Portanova ha l’occasione di giocare tra i grandi, gioca bene ma la pressione lo fa sbagliare da ottima posizione. Forse non era ancora pronto del tutto.

Morata ottimo. Salva la squadra caricandosi l’attacco sulle sue spalle. Un gol, un quasi gol e un gol annullato, fa tutto lui in avanti.

Diamo tempo ai giovani di adattarsi e ai nuovi di prendere confidenza con la serie A, però queste partite son da vincere anche con la primavera in campo…

(immagine Ansa.it)

 

Marco Rabellino

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 18/10/2020