Milano – Tutto Raffaello in un elegante libro dalle Edizioni White Star

Del “divin pittore” raccontata la vita, il mito, le grandi opere, fino agli ultimi lavori lasciati prima della sua scomparsa, avvenuta a 37 anni

Nell’anno in cui si ricordano  i Cinquecento anni della scomparsa di Raffaello Sanzio (avvenuto il 6 aprile a Roma nel 1520) al grande artista del Rinascimento italiano, le sono stati dedicati numerose pubblicazioni, una di queste è quella edita dalle  Edizioni White Star ”Raffaello, la vita, l’arte, l’eredità (pag. 239 rilegato ill. colori – foto copertina) a cura  di Anna Cerboni Baiardi,   completata dai testi di Monica Grasso, Cecilia Prete e Anna Cerboni Baiardi.

A questa meravigliosa pubblicazione, è affidato poi  il compito di far conoscere l’opera di Raffaello, genio del Rinascimento italiano, non solo presentando i suoi capolavori – dalle realizzazioni giovanili fino a quelle della maturità, con una particolare attenzione ai ritratti, genere che egli contribuì a far evolvere -, ma considerando anche come era stata percepita la sua figura durante il Cinquecento, grazie alla voce dell’aretino Giorgio Vasari, che al Sanzio ha dedicato una delle sue più significative Vite d’artista.  

Il volume - e strutturato in otto capitoli:”La vita di Raffaello secondo Giorgio Vasari”; “Il mito”, “Le opere della giovinezza”, “Gli affreschi delle Stanze Vaticane”, “Raffaello, pittore di Madonne”, “Raffaello e Agostino Chigi”, ”Raffaello ritrattista” infine l’ultimo capitolo   si riportano  le sue ultime opere” realizzate prima del decesso.

Questo libro  traccia  poi l’eccezionale percorso che ha reso Raffaello uno degli artisti più importanti di tutti i tempi non solo per gli altissimi risultati raggiunti nei suoi capolavori, ma anche per l’eredità di cui fu responsabile e per le infinite conseguenze che la sua opera ha generato, facendo di lui un modello indiscusso per gli artisti di tutti i secoli successivi, tutto questo  si è perpetuato a cominciare dai suoi più stretti collaboratori, passando per gli artisti del Classicismo italiano e francese, e toccando vertici significativi durante il Romanticismo. Il volume ha un’accurata rilegatura, una meravigliosa presentazione delle immagini, esaurienti saggi accompagnano ogni capitolo, facendo un libro completo sotto tutti i punti di vista dedicato al grande  Raffaello.

Anna Cerboni Balardi, Professore Associato dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” dove insegna Metodologia della Storia dell’arte e Storia delle tecniche artistiche e delle arti grafiche. Si interessa principalmente di arte e storiografia artistica tra Sette e Ottocento  di storia del disegno e dell’incisione, di  tecniche artistiche. Ha pubblicato numerosi contributi, organizzato convegni, ideato e realizzato mostre. È impegnata nello studio e nella catalogazione di importanti collezioni di grafica delle Marche e recentemente si è concentrata sulla figura di Marcantonio Raimondi, il primo incisore e divulgatore di Raffaello. È socia  dell’Accademia Raffaello di Urbino, con la quale collabora da anni.

Monica Grasso, formatasi come storia dell’arte presso l’Università di Roma “La Sapienza”, è incaricata presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” dell’insegnamento di Iconografia e Iconologia,   e ha pubblicato diversi saggi sulle problematiche iconografiche del Cinquecento e sulla figura di Giorgio Vasari. Con la Ginevra Bentivoglio Editoria di Roma  ha fondato, assieme a Lucilla Ricasoli, la collana “Iconologica - Le storie dell’arte”. 

Cecilia Prete, Professore Associato di Storia dell’arte moderna presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” dove tiene corsi di Storia dell’arte moderna  e dei Musei. Si è occupata di artisti del Rinascimento italiano e i suoi interessi si orientano anche negli ambiti della storia del collezionismo, della museologia e della storia della tutela. Ha tenuto conferenze presso atenei e istituzioni scientifiche, ha partecipato a congressi internazionali, ha progettato e coordinato convegni e giornate di studio e ha collaborato all’organizzazione di mostre. È socia dell’Accademia Raffaello di Urbino, con la quale collabora.

Descrizione foto:

Foto copertina libro”Ritratto di giovane (Autoritratto di Raffaello?), Oxford, Ashmolean Museum

Foto 1 Retro copertina della pubblicazione “Madonna del Cardellino”, Firenze Galleria degli Uffizi

Foto 2 “Ritratto di Raffaello, xilografia di G. Vasari. “Le vite dei più eccellenti pittori, sculture e archi tettori”, Firenze, Giunti 1568

“RAFFAELLO. La via, l’arte, l’eredità di un genio”, curato da Anna Cerboni Baiardi 239 pp. ill., col. Edizioni White Star, Milano 2020.www.whestar.it

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 27/10/2020