Sparatoria nel centro di Vienna

Diversi colpi d'arma da fuoco nei pressi di una sinagoga hanno causato morti e diversi feriti - Ucciso un attentatore, un altro in fuga - "Probabile terrorismo". Aggiornamento delle ore 23

Una massiccia sparatoria, con almeno 50 colpi uditi da testimoni, è avvenuta ieri sera nei pressi di una sinagoga in pieno centro a Vienna, nei dintorni di Schwedenplatz. Secondo il sito del Kurier al momento si parla di sette morti, tra cui un poliziotto e quattro feriti gravi e ci sarebbe stata pure un'esplosione.

 

Da parte sua la polizia cittadina ha parlato di un attacco in 6 diversi luoghi della città e ha confermato che è stato perpetrato da diversi uomini armati di fucili. Confermata pure l'uccisione di uno degli attentatori.

 

Il bilancio delle vittime al momento non trova conferme, ma stando al servizio ambulanze di Vienna, diverse persone sono state uccise e ferite. "Non possiamo ancora restringere il campo numericamente, non abbiamo ancora una visione d'insieme", ha detto il portavoce del Servizio di soccorso professionale di Vienna, Daniel Melcher, all'agenzia di stampa austriaca APA.

 

Il ministro degli Interni Karl Nehammer, ha parlato di un apparente attacco terroristico. "L'attacco è ancora in corso", ha detto il ministro alla tv ORF.

Secondo quanto riportano le agenzie oltre all'attentatore ucciso e un altro è probabilmente in fuga, mentre stando sempre al Ministero dell'Interno, almeno un colpevole sarebbe stato arrestato.

 

La polizia ha confermato in un primo momento l'accaduto su Twitter parlando di diversi feriti e invitando i cittadini a tenersi alla larga da tutti i luoghi pubblici così come dai trasporti. Alcuni elicotteri stanno sorvolando la zona intorno alla sinagoga che è stata recintata dalle forze dell'ordine.

 

Per Rita Katz, la direttrice del sito d'intelligence Site, le azioni coordinate in corso a Vienna sembrerebbero un attacco terroristico jihadista. Il presidente francese Emmauel Macron - che nei giorni scorsi ha dovuto fare i conti con il terrorismo islamico - ha intanto telefonato al cancelliere austriaco Sebastian Kurz in seguito all'attacco a Vienna. Lo riferisce Bfmtv, citando proprie fonti.

 

l ministro Nehammer ha dichiarato all'emittente Orf che Kurz sta seguendo nella sede operativa costituita appositamente per seguire la situazione. "Ora sono alla sede operativa insieme al cancelliere federale", ha detto il ministro. In questa sede, ha quindi riferito, i due stanno ricevendo tutti gli aggiornamenti sullo sviluppo degli eventi nella capitale austriaca

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 03/11/2020