Imbragato il masso pericolante sopra l'abitato di Sparone (Torino)

Terminati i lavori di messa in sicurezza della strada provinciale 49 "di Ribordone"

Durante le piogge del 2-3 ottobre sul territorio metropolitano, sulla Strada provinciale. 49 “di Ribordone”, al km 2+300 (a monte dell’abitato di Sparone), si è verificata una situazione di particolare pericolo per la presenza di un masso, già tenuto sotto osservazione, che per effetto delle copiose precipitazioni ha subito dei movimenti. Movimenti che si sono manifestati con il crollo di alcuni alberi posti sul fianco settentrionale del blocco: la caduta delle ceppaie ha scalzato lateralmente il masso, pregiudicandone le condizioni di stabilità.

La Direzione Viabilità della Città metropolitana di Torino ha attivato la struttura preposta alla vigilanza e il personale addetto, procedendo all’intensificazione delle attività di controllo lungo le strade interessate e sul versante.

Sono stati subito effettuati sopralluoghi specifici con i geologi interni all’Ente e si è provveduto ad affidare un incarico specifico a un ingegnere-geologo di provata esperienza.

La soluzione progettuale di messa in sicurezza individuata ha consistito nell’imbragare il masso con pannelli di rete in fune e reticolo di contenimento, vincolati ad ancoraggi ubicati a una certa distanza dal blocco instabile (>10 m); scelta resasi necessaria sia per l’assenza di un affioramento roccioso in prossimità del blocco, sia per non indurre vibrazioni durante la perforazione.

Per questo intervento è stata individuata la ditta Dolomiti Rocce con sede a Bolzano che ha iniziato i lavori il 10 novembre scorso e terminato in nove giorni consecutivi (compresi festivi e prefestivi), impiegando meno del tempo previsto.

Nello specifico l’attività di imbragatura è consistita in:

- ancoraggi in doppia fune spiroidale di diametro 18,5 mm, inseriti e cementati a tutta lunghezza in fori di diametro 90 mm, realizzati con martello a fondo foro. Gli ancoraggi presentano una lunghezza di 8 m;

- fasciatura preventiva del blocco instabile con i pannelli di fune e prima imbragatura vincolata ad ancoraggi più esterni;

- realizzazione di imbragatura definitiva con ancoraggi più prossimi al blocco.

- realizzazione di ancoraggi in barra, con perforazione di diametro 40 mm, direttamente sul blocco roccioso.

L’intervento di messa in sicurezza ha un costo di circa € 25.000,00.

 

Fonte: Alessandra Vindrola - Ufficio stampa Città metropolitana di Torino.

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 18/11/2020