Rimangono ancora pochi giorni per regolarizzare il pagamento del premio INAIL e garantirsi la tutela contro gli infortuni domestici. 

L’assicurazione riguarda chi, con un’età compresa tra i 18 e i 67 anni compiuti, svolge il lavoro per la cura dei componenti della famiglia e della casa e, senza essere legato da vincoli di subordinazione, presta lavoro domestico in modo abituale ed esclusivo.

Ecco per punti le informazioni essenziali.

Chi si deve assicurare
*  gli studenti (anche se studiano e dimorano in una località diversa dalla città di residenza) che si occupano dell’ambiente in cui abitano;
*  tutti coloro che, avendo già compiuto i 18 anni, lavorano esclusivamente in casa per la cura dei componenti della famiglia (ad esempio ragazzi e ragazze in attesa di prima occupazione);
* i titolari di pensione che non hanno superato i 67 anni;
* i cittadini stranieri che soggiornano regolarmente in Italia e non hanno altra occupazione;
* i lavoratori in mobilità, i lavoratori in cassa integrazione guadagni o beneficiari di prestazioni a carico dei Fondi di integrazione salariale e i lavoratori che percepiscono indennità di disoccupazione previste dalle leggi vigenti a seguito della perdita involontaria dell’occupazione;
* i soggetti che svolgono un’attività lavorativa che non copre l'intero anno (lavoratori stagionali, lavoratori temporanei, lavoratori a tempo determinato); l’assicurazione, in questo caso, deve ricoprire solo i periodi in cui non è svolta attività lavorativa. Tuttavia, il premio assicurativo non è frazionabile e la quota va versata per intero, anche se la copertura assicurativa è valida solo nei periodi in cui non è svolta altra attività lavorativa.

Nell’ambito di uno stesso nucleo familiare possono assicurarsi più persone (ad esempio: madre e figlia).

Chi è escluso dall’obbligo assicurativo
*    chi ha meno di 18 anni o, a decorrere dal 1° gennaio 2019, più di 67 anni
*    il lavoratore socialmente utile (Lsu)
*    il titolare di una borsa lavoro
*    l’iscritto a un corso di formazione e/o a un tirocinio
*    il lavoratore part time
*    il religioso
Quanto, quando e come si paga ogni anno
*    l'assicurazione costa 24 euro l'anno

*    per godere della copertura per gli infortuni che si verificano dal 1° gennaio in poi va pagata entro il 31 gennaio di ogni anno (per l’anno 2021, il termine di scadenza del 31 gennaio, cadendo in un giorno festivo, è prorogato al 1° febbraio 2021, primo giorno lavorativo seguente); può essere regolata anche successivamente ma la copertura è attiva a partire dal giorno successivo a quello del pagamento, ed è prevista l'applicazione di una sanzione per il ritardato o mancato pagamento 

*  il premio per rinnovare l’assicurazione si deve pagare utilizzando esclusivamente l’avviso di pagamento PagoPa inviato dall’Inail

*  online sul sito dell’Inail, di Poste italiane spa, delle banche e di altri prestatori di servizi 

*  in tutti gli uffici di Poste Italiane, in banca, al bancomat, presso le ricevitorie, i tabaccai e i supermercati abilitati al servizio, utilizzando contanti o carte, oppure con addebito in conto corrente. 

Chi ha un reddito personale lordo fino a 4.648,11 euro e fa parte di un nucleo familiare il cui reddito complessivo lordo non superi i 9.296,22 euro ha diritto all'esonero dal versamento del premio e il costo dell'assicurazione è sostenuto dallo Stato. Il premio annuale è deducibile ai fini fiscali.

Tutele e prestazioni ampliate. La legge 145 del 2018 ha introdotto alcune modifiche migliorative della tutela e delle prestazioni previste per gli assicurati. In caso di infortunio, l’assicurazione dà diritto a una rendita se l'invalidità permanente che ne deriva è pari o superiore al 16% (prima la soglia era il 27%); sempre dal 2018 è stata introdotta una prestazione una tantum, pari a 300 euro, quando l’inabilità permanente accertata è compresa tra il 6% e il 15%. Inoltre, ai titolari di rendita per infortunio domestico in condizioni particolarmente gravi è stato riconosciuto l’assegno mensile per assistenza personale continuativa (Apc), mentre è stato elevato a 10mila euro l’assegno una tantum riservato ai superstiti in caso di infortunio mortale.

I servizi online dedicati. Sul sito dell’Inail sono operativi i servizi telematici dedicati all’assicurazione. Tra questi, la domanda di iscrizione e richiesta avviso di pagamento, che costituisce l’unica modalità per iscriversi e ottenere l’avviso di pagamento PagoPa, e la domanda di iscrizione e rinnovo con dichiarazione sostitutiva, rivolta ai soggetti in possesso dei requisiti reddituali validi per l’esonero dal versamento del premio. È inoltre possibile richiedere la cancellazione dall’assicurazione e visualizzare sia la situazione assicurativa con i pagamenti effettuati, sia l’avviso di pagamento per il rinnovo dell’assicurazione. Per accedere ai servizi è necessario disporre di credenziali dispositive Inail o credenziali Spid oppure della Carta nazionale dei servizi (Cns), o della carta di identità elettronica (Cie). 

On line la nuova guida. Sul sito è scaricabile la nuova edizione dell’opuscolo dedicato all’assicurazione contro gli infortuni domestici. Il testo è stato aggiornato con le novità normative e le indicazioni utili per richiedere le credenziali all’Inail e per effettuare il pagamento del premio annuale tramite l’avviso di pagamento PagoPa. 
Una sezione è dedicata alla prevenzione, con consigli pratici per evitare gli incidenti più diffusi tra le mura domestiche, legati all’utilizzo quotidiano di fuoco, elettricità, gas e sostanze chimiche e alle cadute, oltre a indicazioni utili nei casi in cui si è soli in casa e si subisce un infortunio di una certa gravità, per il quale non sono sufficienti i rimedi di primo soccorso.
 
Per ulteriori informazioni su aspetti normativi e procedurali è possibile consultare
-    le sedi INAIL 
-    il Contact Center (numero 06.6001 sia da rete fissa sia da rete mobile)  
-    le associazioni casalinghe e i patronati 
-    il sito www.inail.it dove è possibile scaricare
1.    Video informativo sull’Assicurazione obbligatoria Inail contro gli infortuni domestici 

2.    Tutorial - Assicurazione contro gli infortuni domestici - Accesso ai servizi online per le casalinghe/i 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 19/01/2021