La linea 1 della metropolitana di Torino terminata verso sud con le stazioni di Italia ‘61 e di piazza Bengasi

Prossima visita esplorativa da parte delle autorità piemontesi, a primavera la consegna al transito dei cittadini.

Buone notizie per la città. Dopo 20 anni di lavori, la linea 1 della metropolitana automatica di Torino, con la prossima apertura delle due fermate: Italia ’61-Palazzo Regione Piemonte e piazza Bengasi, ha finalmente raggiunto il primo capolinea.

Le opere per il metrò torinese erano iniziate nel 2000 sotto l’amministrazione Castellani, proseguite con quelle di Chiamparino che, dopo l’ultimazione del primo tratto in vista delle olimpiadi 2006, tagliò il nastro della stazione Lingotto nel 2011. Durante il mandato di Piero Fassino invece, i lavori per il completamento della metropolitana sono stati meno fortunati, accompagnati soprattutto da proteste dei commercianti della zona di via Nizza e segnati da ritardi dovuti a problemi con le ditte appaltatrici.

Difatti, i lavori per le due ultime stazioni, iniziati nel 2012 e conclusi solo oggi, sono slittati di oltre un lustro anche a causa di impicci burocratici, ma ora, il futuro si sta dipingendo di sereno per i commercianti, da anni penalizzati dai cantieri, e la zona ha beneficiato di una rivalutazione del valore degli immobili.

Dunque sarà un onore destinato all’attuale sindaca Chiara Appendino, quarta in ordine temporale, inaugurare il nuovo tratto della sotterranea e relativo terminal. Infatti, sembra assodato che a breve, la Prima Cittadina, insieme al Presidente della Regione Alberto Cirio, e agli assessori ai Trasporti Marco Gabusi e Maria Lapietra, visiteranno in forma ufficiosa il tratto terminale e le due stazioni.

Per l’inaugurazione, la completa operatività e l’utilizzo pubblico dell’ultima tratta in direzione sud della inea 1, però, gli utenti del GTT dovranno attendere il mese di aprile. Fino ad allora verranno effettuati test di transito dei convogli e curata la messa a punto degli ultimi interventi architettonici e di arredo.

Nel frattempo, iniziati nel 2019, proseguono i lavori per completare la medesima linea 1 in direzione ovest, per la tratta Collegno, Leumann, Cascina Vica. La durata per il completamento è prevista in quattro anni, mentre la linea 2 che attraverserà la città collegando la barriera di Milano al quartiere Mirafiori, è tuttora in fase avanzata di progettazione.

Sul sito della società che gestisce le infrastrutture torinesi, InfraTo sono reperibili tutti i riferimenti relativi all’argomento; www.infrato.it

 

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 09/02/2021