Pianeta Toro Granata sconfitti in casa dalla prima della classe

All'Olimpico Grande Torino i nerazzurri confermano il primato

Dignitosa prova del Toro contro l’undici di Conte nel match che nel primo tempo non ha fornito particolari emozioni tranne la conclusione, al 4°, di Lautaro Martinez ed il palo colpito dai granata alla mezz’ora. E’ pur vero che l’Inter ha praticamente fatto la partita, ma il grande volume di gioco non ha scatuirito particolari pensieri per Sirigu e per la retroguardia granata.

Di contro il Mister Nicola ha messo in campo  una formazione estremamente equilibrata votata ai possibili capovolgimenti di fronte.

Nella ripresa il risultato cambia ed è l’inter ad andare in vantaggio con Lukaku che trasforma il rigore concesso per l’atterramento in area di Lautaro Martinez che si ripresenta quattro minuti dopo trovando un grande Sirigu il quale impedisce il raddoppio nerazzurro.

Passano pochi minuti ed il Toro va in gol, precisamente al 70°, con Sanabria che risolve una mischia in area battendo Handanovic fra le proteste dell’intero reparto meneghino che rivendica un fallo degli attaccanti granata.

Quando ormai il risultato sembrava chiudersi con un pareggio che, tutto sommato, poteva anche starci era ancora Lautaro Martinez a cambiare le sorti dell’incontro siglando il definitivo 2 a 1 per la prima della classe.

L'entrata del “Gallo” Andrea Belotti, convalescente e lasciato prudentemente in panchina, non cambia il risultato. Rimane un po' di amaro in bocca a Davide Nicola, ma la partita l’ha praticamente vinta Lautaro Martinez che da solo ha creato e concretizzato tutte le occasioni che gli si sono presentate.

Onore al merito per attaccante interista, ma onore delle armi ai granata che hanno disputato una partita assai dignitosa, come abbiamo detto in apertura, perdendo un match che, con un po' di fortuna, avrebbe portato un punto importante nella classifica.

Ma i granata devono giocare per dimostrare prima di tutto a se stessi di saper tenere il campo come, pur perdendo, hanno fatto oggi e non basandosi sui risultati delle dirette concorrenti alla permanenza nella massima serie.

Certamente il Popolo Granata sia aspettava di più da una squadra partita con altre ambizioni, ma ora è tempo di fare quadrato intorno a Belotti e compagni, anche per evitare che il "Gallo" debba scegliere altri approdi per completare la sua luminosa carriera che meriterebbe, giustamente, anche le competizioni internazionali.

A cominciare da mercoledì 17 prossimo nel recupero contro il Sassuolo.

(immagini Torino FC) 

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 15/03/2021