Cronaca dai quartieri di Torino - "Ma corso Giulio Cesare non è in zona rossa?"

I cittadini sono ormai al limite della sopportazione

"I cittadini continuano a segnalare assembramenti e spaccio a tutte le ore in Corso Giulio Cesare, in particolare all'altezza del civico 111".

Questa nuova segnalazione di un problema ormai consolidato nel tempo ci perviene dal Gruppo dirigenziale di Giustizia & Sicurezza.

In effetti, dopo qualche giorno di pace, dovuto ai controlli delle forze dell'ordine, la situazione è tornata peggio dei mesi scorsi.

"Gruppi di persone - prosegue il portavoce -  bivaccano bevendo birra e consumando cibo, parlando a voce alta anche dopo le 22; forse in questo angolo di Barriera di Milano non esiste il coprifuoco?".

Altra piaga che persiste è lo spaccio di stupefacenti, che ad ogni ora avviene senza sosta:

"E' facile - conferma il cittadino attivo Paolo Biccari - vedere spacciatori cedere le dosi ai clienti che le consumano senza paura seduti sulle panchine o in strada, a testimonianza del consumo di crack abbiamo rinvenuto diversi involucri vuoti. Siamo a conoscenza dei maggior controlli effettuati nel quartiere Barriera di Milano, ma purtroppo non bastano".

Giustizia & Sicurezza ci ha altresì comunicato di aver scritto "per la terza volta" alle istituzioni con la speranza che una soluzione sia trovata al più presto:

"I cittadini sono stanchi ed esasperati dopo anni di bivacchi e spaccio sotto le proprie finestre. Occorrono presidi fissi delle forze dell'ordine o comunque un deterrente che faccia finire questa vergogna che dura da troppo tempo".

Da Barriera di Milano a Lucento per affrontare il problema meno grave, ma pur sempre trascurato, delle panchine da cambiare con l'aggravante dell'incognita sulla fine fatta dalla sedute nuove acquistate con mutuo da parte del comune.

Marina Trombini, presidente dell'associazione Giustizia & Sicurezza, ci riferisce come diversi cittadini abbiano segnalato che nel quartiere sono diverse le panchine rotte che non sono mai state sotituite:

"Abbiamo provveduto ad un pronto sopralluogo insieme ad una delegazione di essi rinvenendo sedute rotte in corso Cincinnato, nel tratto che va da corso Toscana a strada Altessano, viale molto frequentato soprattutto da persone anziane che si recano al mercato ed in piazza Manno".

"Abbiamo inviato mail alle istituzioni per segnalare il problema e per capire dove siano finite le sedute - ha aggiunto Biccari - e ci chiediamo perchè le panchine siano state sostituite nel centro cittadino, ma non qui nel quartiere Lucento, ed in molte zone della periferia, nonostante le segnalazioni fatte di continuo".

Vedere e ricevere dai cittadini segnalazioni di panchine rotte come di altre precarietà del territorio sta assumendo, purtroppo, una consuetudine preoccupante:

"Mi chiedo - hanno chiuso Trombini e Biccari - perché questa amministrazione non dia ascolto alle periferie; possibile che a distanza di quasi 3 anni non siano state sostituite le sedute in corso Cincinnato utilissime, in particolar modo, per chi effettua compere al mercato?".

 

 

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 02/04/2021