Pianeta Toro/Juve Derby della Mole: un pareggio che non serve a nessuno

L'Analisi di Marco Rabellino

Altro passo falso della Juve.

Nel derby i bianconeri non escono dal vortice di risultati inutili pareggiando contro un Torino nettamente inferiore sulla carta.

Un pareggio che non serve a nessuno soprattutto ad una Juventus che dovrebbe recuperare punti ed invece ne butta altri dalla finestra. Partita che si mette sui binari ideali già al 13’ con Morata che serve Chiesa, dribbling in area del laterale e tiro che batte Sirigu. I granata non indietreggiano e Sanabria trova il pareggio 15 minuti dopo con un anticipo di testa su respinta corta di Szczesny.

Primo tempo che si conclude in pareggio e partita che si anima nel secondo con i granata che passano in vantaggio sempre con Sanabria che intercetta un passaggio folle di Kulusevski, si invola verso la porta e trafigge il portiere bianconero.

La Juve si butta in avanti e trova il pareggio al 78’ con Cr7 che appoggia in rete dopo un tiro di Chiellini.

Una prestazione molto sottotono dei bianconeri che ormai sembrano non averne più, sembrano aver perso stimoli, voglia e grinta. Ormai i giocatori sono consapevoli che non andranno da nessuna parte e non alzeranno più trofei e manca l’impegno che negli anni precedenti era messa in campo.

Oggi Szczesny è disastroso. Salva su baselli nel finale dopo aver preso due gol da fesso.

Kulusevski serve il gol del vantaggio a Sanabria dopo aver mandato in porta nella scorsa partita il giocarore laziale. Adesso però basta…. Come si fa a far sempre lo stesso errore?? Bisogna spiegarle tutto a questo qui, iniziando dalle basi sui passaggi.

Alex Sandro salva la Juve una volta poi va in black out e tiene in gioco Sanabria sul gol del pareggio e lo lascia libero di metterla in rete.

De Ligt non è in giornata e sbaglia qualcosa stasera. Prestazione non degna del suo nome.

Cuadrado prova a prendere per mano la Juve sfruttando la sua velocità. E’ l’unico che ci crede ancora.

Chiellini non si supera. E un muro come sempre. Grazie a lui Ronaldo sigla il pareggio.

Danilo continua ad essere piazzato fuori posizione e si vede. Fa quello che può. Lo sostituisce Ramsey che era meglio lasciarlo anche oggi in tribuna.

Betancur cresce con il passare del tempo. Centra anche un palo che poteva valere la vittoria.

Ronaldo segna ma la prestazione senza il gol è insufficiente.

Morata sfiora subito il gol e serve l’assist d’oro a Chiesa poi sbaglia un contropiede fondamentale.

Il migliore manco a dirlo è ancora Chiesa. L’unico giocatore a rendersi pericoloso nei primi 45’ e a trovare la rete. è l’unico che ha gli attributi per giocare nella Juve. Alla fine la Juve viene superata da altre squadre e messa fuori dalla zona Champions continuando a giocare male e non avere gioco. Campionato buttato, coppa buttata e pazienza finita. Bisogna cambiare, regalare giocatori come Ramsey, vendere Rabiot e Alex Sandro e insegnare a Kulusevski a non fare passaggi suicidi.

Dirigenza sveglia!! Pensate a cambiare in fretta. Bisogna ripartire da Chiesa e De Ligt.

(immagini Torino FC e Juventus.com)

 

Marco Rabellino

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 04/04/2021