Rimedi e ricette per sbloccare “l’Italia immobile”

Un’iniziativa di Federterziario

“Ripartenza”, uno dei vocaboli entrati ormai a pieno titolo nel lessico di questo complicato anno e mezzo di pandemia (con pandemonio economico conseguente). Già, ma oltre alle innumerevoli problematiche scaturite dal Covid-19, sulla quotidianità gravano anche criticità pregresse, quali una pachidermica macchina pubblica troppo usa a incagliarsi nei mille inciampi della burocrazia galoppante.

Ed è proprio da questo tema, in specie dalla macchina degli appalti, che occorre, davvero, “ripartire”: per liberare finalmente il sistema da cavilli vecchi e nuovi, pseudo riforme inconcludenti e bizantinismi inutili. Solo la dinamicità può ungere l’Economia e sbloccare “l’Italia immobile”.

Lo illustra magistralmente il saggio di Michele Corradino, intitolato per l’appunto “L’Italia immobile – Appalti, Burocrazia, Corruzione, i rimedi per ripartire” (Edizioni Chiarelettere) che Federterziario, associazione datoriale rappresentanza di oltre 90.000 fra micro e piccole imprese, presenterà nel corso di un interessante webinar Giovedì 13 Maggio, a partire dalle ore 17:00.

Oltre all’Autore Michele Corradino, Consigliere di Stato nonché Commissario dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, interverranno Alberto Stancanelli, Capo di Gabinetto del Ministro dei Trasporti; Massimiliano Brugnoletti, Avvocato amministrativista; Gustavo Piga, Economista; Massimo Stronati, Presidente di Confcooperative Lavoro e Servizi; Marco Accornero, Segretario Generale C.L.A.I.I. (Confederazione delle Libere Associazioni Artigiane Italiane) e il Senatore Stanislao Di Piazza, Membro della V Commissione Bilancio e della VI Commissione Finanze e Tesoro.

L’evento, moderato da Francesco Verbaro del Centro Studi di FederTerziario, sarà visibile in live streaming sul canale Facebook di FederTerziario, facebook.com/federterziario.

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 12/05/2021