Alassio (SV) Lia Pascaniuc e Anaïs Tiozzo espongono

Un accesso spaccato di arte contemporanea narrata con la forza intrinseca dei colori primari

Le artiste Anaïs Tiozzo e Lia Pascaniuc propongono un acceso spaccato di arte contemporanea narrata con la forza intrinseca dei colori primari attraverso le opere di un mondo marino vivido e realistico di Lia Pascaniuc e le sculture che raccontano i dualismi di Anaïs Tiozzo insieme indagando sul mondo percepito, la vita nel mondo reale, il rapporto spazio-materia, luce-buio, bene-male, energie opposte necessarie per il raggiungimento dell’armonia, del tutto.

Lia Pascaniuc presenterà nell’esposizione una selezione di lavori dedicati al mare tratti dal ampio suo progetto Vita Liquida. La città ligurespiega la visual artist è la location ideale per i miei progetti dedicati allacqua. Ho lavorato e studiato molto, scientificamente ed artisticamente parlando sul tema dellambiente, i cambiamenti climatici e le trasformazioni naturali; lacqua e il mare sono temi fondamentali delle mie creazioni”.

Lia Pascaniuc è una visual artist che utilizza diversi linguaggi contemporanei, dal 2009 affronta con la sua arte (coadiuvata nelle sue ricerche da professionisti sul tema) il fenomeno del clima.

Una breve bio 2018-2019 Museo della Shoa - Milano, Vita Liquida - Xerjoff Gallery Torino, Global warming a Casa Olimpia-Sestriere; All’archivio italiano dell’autoritratto fotografico - Senigallia;  Galleria Weber & Weber - Torino; con La complessita? dei paesaggi - China Photojournalism (Shandong); Global warming - Parma; nel 2017: La solitudine dell’autoscatto al Palazzo Guidobono-Tortona; nel 2016: Vita Liquida-Acquario Civico di Milano; Istanbul ArtFAir con Galleria Barbara Paci - De Rerum Natura “Infra Terram” a Pietrasanta, al Festival della Scienza, con Galleria AmyD-Genova; nel 2015 : 11° ArtVerona Fair e Liquid Landscape-Galleria RezArte, Circuito Off Fotografia Europea. http://www.liapascaniuc.com

 

Anaïs nasce a Barcellona nel 1961, eredita il talento artistico dal nonno, ottimo ritrattista e fotografo. Frequenta il liceo Artistico Michelangelo di Como, la sua educazione artistica si completa successivamente con la frequentazione assidua dellatelier del noto ed istrionico pittore impressionista Cipriano DAgostini dal quale assimilerà la capacità espressiva e cromatica di immediatezza.

Successivamente seguirà la scuola Castellini di Como apprendendo la tecnica dellaffresco che la porterà ad eseguire numerosi murales e dipinti dinterni.

 

Nel 2003 si trasferisce ad Albenga, conosce lo scultore Flavio Furlani, visita il suo atelier ed è quasi una folgorazione, unattrazione magnetica per la scultura, inizia così a frequentare assiduamente il suo laboratorio, nascono le sue prime sculture in gesso che non sente comunque la sua materia, si avvicina così allargilla e nasce un connubio indissolubile con questa materia che ci riporta alle nostre origini e ad impatto ambientale zero.

 

http://www.anaistiozzo.it

 

Alassio (SV) dal 13 al 28 agosto esposizione presso la galleria Artemy in via XX settembre 130 –

                               Orari: tutti i giorni dalle 17.00 alle 23.00 - ingresso libero

 

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 11/08/2021