Milano - I Del Carretto una dinastia signorile con lo sguardo sull’Europa, nel libro della Scalpendi

Il volume con il contributo di numerosi autori esamina gli aspetti delle varie committenze di una famiglia aristocratica dell’Italia rinascimentale abbracciando diversi aspetti dall’architettura alla pittura alla scultura

Da anni si parlava di una pubblicazione che trattasse l’argomento di  questa importante famiglia aristocratica dell’’Italia rinascimentale, ora grazie al progetto del Museo Diffuso del Finale  si è potuto  realizzare questo esauriente volume:“I DEL CARRETTO. Potere e committenza artistica di una dinastia signorile tra Liguria e Piemonte(XIV-XVI secolo)”

Il volume edito da Scalpendi Editore di Milano,  composto di 473 pagine, riccamente illustrato, è curato da Massimiliano Caldera, Giovanni Murialdo, Magda Tassinari , ricostruisce le vicende dei marchesi Del Carretto, una famiglia signorile inserita in un contesto di relazioni ampie e complesse che, a partire dal dodicesimo secolo, esercitò il suo potere tra il Piemonte meridionale e il Ponente ligure.

Nel progetto MUDIF fanno parte la Città di Finale Ligure, Istituto Internazionale di Studi liguri, Sezione Finalese,Museo Archeologico del Finale, la Diocesi di Savona -Noli, la partecipazione della Soprintendenza Archeologia Belle Arti  Paesaggio per le province di Imperia e Savona, Direzione  Regionale Musei Liguria, il tutto si è potuto realizzare con   il sostegno della Compagnia  di San Paolo.

 “Manuela Salvitti- Segretario Regionale e Soprintendente ad interim Archeologia Belle Arti e Paesaggio delle province di Imperia e Savona – Da Milano, a Roma, a Praga e Rodi, i luoghi in cui i Del Carretto hanno lasciato un segno sono molteplici, ma naturalmente al centro resta il marchesato e la sua capitale Finalborgo, un territorio ricchissimo di testimonianze d’arte e architettura , molte delle quali – sottolinea Manuela Salvitti - oggetto di recupero negli anni da parte delle Soprintendenze.

Il volume dopo le premesse di rito si compone di cinque sezioni che spaziano dalle vicende ai personaggi i simboli della famiglia dei  Del Carretto , le sedi dei poteri  e della devozione, le arti figurative, il lusso e la guerra: arti suntuarie, armi, monete  e medaglie dei del Carretto, alcune dimore dei Carretto tra XVI e XVIII secolo, a sua volta i capitoli sono integrate  con diversi saggi di studiosi che dibattono le varie tematiche fra il Trecento e il Cinquecento: Massimiliano Caldera, Alessandra Casati, Francesca De Cupis, Walter Ferro, Andrea Fiore, Luisa Clotilde Gentile, Giovanni Murialdo, Riccardo Musso, Daniela Pelosi, Renato Gianni Ridella, Edoardo Rossetti, Giorgio Rossini, Jan Royt,  Andrea Spiriti, Magda Tassinari, Monica Baldassarri, il libro termina riportando  una ricca bibliografia e l’indice dei nomi citati.

“Le oltre quattrocento settanta pagine del volume racchiudono lo scenario delle vicende politiche e artistiche legate alla famiglia Del Carretto nel quadro dell’Italia rinascimentale, non limitando l’indagine ai feudi liguri e piemontesi ma aprendo lo sguardo verso Roma, l’oriente mediterraneo e l’Impero asburgico. È all’interno di una fitta rete di relazioni internazionali che si fanno spazio, grazie a incarichi di assoluto prestigio, i diversi personaggi di una delle più importanti famiglie dell’antica aristocrazia italiana dimostrando una non scontata sensibilità culturale e artistica.

Francesca Imperiale- Soprintendente Archivistico Bibiografico della Ligura:”Questo volume raccoglie approfonditi contributi di storici dell’arte, architetti, storici e archivisti e getta nuova luce sui Del Carretto, ne mostra la sensibilità culturale e artistica e ne evidenzia il ruolo e l’importanza in un orizzonte più ampio di quello locale”.

Nel presentare la pubblicazione i curatori: Massimiliano Caldera, Giovanni Murialdo e Magda Tassinari, descrivono i vari passaggi che hanno portato alla realizzazione di questa monumentale opera libraria. Le basi si sono gettate nel novembre 2014 in occasione della giornata di studio svoltasi in Santa Caterina a Finalborgo per i cinquecento anni della morte di Carlo Domenico del Carretto, il «cardinal Finario», il passo successivo avvenne nell’ottobre del 2016 quando sempre a Finale Ligure , si svolsero le iniziative per i trecento cinquant’anni del passaggio nel marchesato dell’infanta Margherita Teresa di Spagna, nel suo viaggio dalla terra natale verso Vienna.

Da questo momento –spiegano  i curatori – la strada era tracciata, in quanto avevamo un ricco spunto per le ricerche ed iniziare gli studi. Un’ulteriore incoraggiamento è , stato  dato dalla scoperta inattesa che andava ad arricchire il panorama figurativo del rinascimento nel finale: l’individuazione nei depositi del Museo Puškin di Mosca di un quadro con la “Visione di san Bernardo”, ravvisandone l’autore in Raffaele de’ Rossi  e identificandolo come il dipinto nello « stile del Perugino», descritto nel 1780 da Carlo Giuseppe Ratti come collocato su uno degli altari della chiesa domenicana di santa Caterina, poi disperso sul mercato antiquario nell’Ottocento.

Infine - continuano i curatori- nel 2018, quando il progetto Museo Diffuso del Finale: il Rinascimento di un paesaggio culturale ricevette un’importante sostegno dalla Fondazione Compagnia di San Paolo, si colse l’occasione per un “cambio di scala” del piano editoriale, destinato a proiettarle più aggiornate conoscenze sulle vicende artistiche e la committenza dei Del Carretto da un ambito prevalentemente locale a un contesto sicuramente di ben più ampio orizzonte”.

Pagina dopo pagina intercalate con stupende fotografie  rivelano interessanti novità, e   gettano le basi per successivi studi che trovano nel presente un  libro con   importanti punti di partenza. Un volume anche da  collezione.

Descrizione immagini

Foto copertina del libro

Foto 1 Giovanni da Bissone, targa con stemma Del carretto su carro trainato da leoni”, Finalborgo , piazza San Biagio

Foto 2 Finalborgo, regione Perti, chiesa di Nostra Signora di Loreto (o “dei Cinque Campanili”), veduta da ovest con la valle del torrente Aquila e quella del Pora

Foto 3 Raffaele de’ Rossi, “Visione di San Bernardo da Chiaravalle, Mosca, Museo Statale Puškin

Foto 4 seguace di Lorenzo Fasolo, trittico delle Nozze mistiche di santa Caterina, Finalborgo, collegiata di san Biagio      

Foto 5 Manifattura orientale (o veneziana?), piviale quattrocentesco di velluto rosso broccato d’argento,  Finalborgo, collegiata di San Biagio

Fabrizio Del Carretto,   Medaglia in argento

 Alfonso Del Carretto, Medaglia  in argento

Le immagini che documentano il testo sono tratte dal volume

“I DEL CARRETTO. Potere e committenza artistica di una dinastia signorile tra Liguria e Piemonte (XIV – XVI) secolo)”, a cura di Massimiliano Caldera, Giovanni Murialdo e Magda Tassinari,  pp. 475 riccamente illustrato, Scalpendi Editore, Milano 2020 €52.00 www.scalpendi.eu

 

  

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 15/09/2021