Pianeta Toro Il pari interno con la Lazio va stretto ai granata

Granata in grande spolvero anche contro gli azzurri di Martuscello

Peccato! Poteva essere la terza vittoria consecutiva ed invece, ancora nel recupero, il Toro subisce il pareggio della Lazio che giunge sull’unica “distrazione” di Djigji che commette il fallo da rigore sul laziale Murigi.

Immobile trasforma annullando il meritatissimo vantaggio granata che ha attaccato per tutto l’incontro senza tuttavia trovare il colpo del ko. Un Toro che, comunque, riesce a suscitare quelle emozioni che mancavano da tempo e che Juric ha saputo riportare nel cuore del Popolo Granata.

Il grande lavoro del Mister croato continua a produrre il miglioramento tecnico tattico di una squadra che aveva bisogno di quelli stimoli che mancavano da troppo tempo, della consapevolezza nei propri mezzi che richiede solo più degli ultimi accorgimenti per rendere perfetti i sincronismi.

Ancora orfano del “Gallo” Belotti, il Toro entra in campo nell’atmosfera di un tempo alimentata dal successo esterno con il Sassuolo conseguito dopo aver asfaltato in casa la Salernitana. Il confronto è maschio ma leale e ci pensa Abisso, giacchetta nera dell’incontro, a scaldare ancor più l’ambiente fischiando troppi falli, a nostro avviso, a carico dell’undici di casa.

La prima frazione di gioco si chiude nel crescendo di Sanabria che al 38° sfiora il palo in scivolata e due minuti dopo costringe il portiere azzurro Reina al miracolo sull’inzuccata del torinista: la traversa gli dà una mano determinante. Si va così al riposo a reti inviolate con il Toro che vanta qualche credito in più.

Ancora Sanabria alla ripresa del gioco, ma la conclusione non impensierisce Reina. Juric prova a dare più profondità mandando in campo Lukic e Ansaldi e proprio quest’ultimo ha un’ottima occasione al 69° e precede di pochi minuti il gol del vantaggio granata messo a segno da Pjaca che finalizza il traversone di Singo.

Il Toro conquista così un meritato vantaggio che manda in visibilio il pubblico: siamo al 75° e si assapora il gusto della vittoria.

Ancora Pjaca impegna severamente Reina, ma la legge del calcio è inesorabile e la traversa colpita da Immobile precede il fallo descritto in apertura che permette alla Lazio di pareggiare, con lo stesso Immobile, lasciando ai ragazzi di Juric il rimpianto di non aver saputo concretizzare il grande lavoro svolto e le tante occasioni che si sono presentate.

Un Toro così meritava di più.  

(Immagini Torino FC)

 

 

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 24/09/2021