Pianeta Toro Granata KO: contro lo Spezia colano ..... al Picco

Sconfitta di misura per l'undici di Juric

Battuta d’arresto per il Toro che perde allo Stadio Picco con lo Spezia ed interrompe la serie positiva. Una partita in cui i granata hanno forse “subito” il gran desiderio di vittoria come aveva anche sottolineato Linetty prima dell’incontro. E pensare che, dopo le scaramucce alterne iniziali, l’undici di Juric era andato vicino alla segnatura con il “Gallo”: Belotti colpiva infatti la traversa (19°) finalizzando l’appoggio di Singo che raccoglieva il cross dalla sinistra di Praet.

Due minuti dopo i granata richiamano l’attenzione del direttore di gara su un presunto mani in area dello spezzino Bastoni, ma Orsato, dopo aver controllato al VAR, non ravvede alcuna irregolarità. Il gioco perciò prosegue e lo Spezia va vicino al gol con Gyasi che da fuori area conclude fuori di un niente. Poi più niente di particolare tranne l’ammonizione del granata Rincon.

Si chiude così la prima frazione di gioco che evidenzia più il buon assetto difensivo di ambedue le formazioni. La ripresa inizia con un’ottima parata di Milinkovic-Savic su conclusione dello spezzino Nzola. Nel prosieguo viene ammonito Linetty e Rincon lascia il posto a Baselli mentre lo stesso Linetty dà spazio a Pjaca.

Un minuto dopo va fuori anche il “Gallo” per l’ormai consueta staffetta con Sanabria e lo Spezia passa in vantaggio con Sala che da fuori area fulmina il portierone granata che nulla puà fare sulla potente conclusione che finalizza un prezioso suggerimento di Kovalenko.

Passano 5 minuti ed il Toro sfiora il pari con Sanabria: il diagonale su assist di Singo sfiora il montante della porta difesa da Provedel. Juric manda in campo Zaza per Singo per dare più spessore all’offensiva; esce anche Djidji e gli subentra Izzo.

Al 90° il Toro va alla conclusione con Ola Aina che conclude il rinvio della difesa sulla deviazione di testa di Pjaca susseguente il tiro di punizione proveniente dal centro del campo. Il recupero si chiude con la chiusura in angolo della difesa spezzina sull’iniziativa di Sanabria che cerca Zaza.

Finisce così l’incontro che il Toro voleva vincere prima della sosta per gli impegni della Nazionale. Ci sarà quindi il tempo per riflettere sulla sconfitta contro una squadra che ha saputo mantenere la propria porta inviolata solo dopo 27 partite consecutive di campionato ed ha subito il gol da fuori area da un giocatore che non segnava dal 2015.

Lo Spezia, d’altronde ha il primato di tali marcature, insieme con il Milan ed il Verona, ma può essere solo un’attenuante.

(immagini Torino FC)

 

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 07/11/2021