Jeet Write Do: Un progetto pionieristico

Ne parliamo con Luca Pegoraro (di Alessandro Mella)

Jeet Write Do è un progetto del tutto innovativo messo in opera da LAReditore nel quadro del sistema crowdfunding.

Una possibilità interessante per gli autori esordienti e per gli editori posti in grande difficoltà, a loro volta, dalle conseguenze sociali ed economiche della pandemia.

Parliamo di questo progetto con Luca Pegoraro che ne è il direttore e la figura chiave.

 

Buongiorno Luca, vuoi spiegarci come funziona il crowdfunding e com’è nata l’iniziativa legata a Jeet Write Do?

Buongiorno Alessandro, grazie per l'opportunità. Ho creato il Jeet Write Do perché stiamo vivendo un periodo di rapidi cambiamenti, a livello fisico e mentale, e ogni cambiamento storico necessita di artisti in grado di intercettare il presente: questa linea editoriale ricerca autori che sappiano mettersi in gioco col linguaggio, per fornire ai lettori nuove chiavi di interpretazione rispetto a ciò che stiamo vivendo/subendo.

Il crowdfunding è una conseguenza: in questo modo si rompono le barriere tra chi scrive e chi legge, in quanto saranno proprio i lettori, attraverso il preordine, a decidere quali romanzi saranno pubblicati.

Questo progetto è stato presentato anche al Salone del Libro di Torino. Che tipo di emozioni avete provato in quest’occasione?

Nell'epoca dei social, riuscire a mostraci umani acquista un valore ancor più fondamentale. La soddisfazione di dare un volto agli autori è impagabile, oltre al fatto che riuscire a creare questo progetto in tempi celeri (l'ok a procedere l'ho ottenuto a maggio) è per me motivo di soddisfazione, dato che da scrittore sono consapevole di quanto sia importante potersi appoggiare ad una casa editrice affidabile e che davvero ti sostenga prima, durante e dopo la pubblicazione.

Entriamo ora nei dettagli, quali volumi sono ora in corso di realizzazione attraverso questo sistema pionieristico?

Per aprire ufficialmente il catalogo si è scelto di pubblicare tre raccolte di racconti, in seguito al bando di due concorsi. Il primo, Storie di Nessuno, include una ventina di racconti che gravitano attorno al nulla, inteso sia come vuoto emotivo che ci sta accompagnando in quest'ultimo periodo e sia come rinuncia di combattere per le proprie scelte. I racconti, quindi, spaziano dallo storico alla fantascienza, dall'autobiografia al thriller. Il secondo concorso invece è Se ti dico Montagna... ed è incentrato sul desiderio di (ri)connettersi alla natura, anche a causa delle ultime restrizioni.

In particolare, questo concorso ha avuto una adesione tanto importante da “costringerci” a creare una seconda raccolta di racconti, Pensieri Verticali, selezionando in questo caso storie ambientate in Piemonte.

Come funziona la prenotazione? Com’è possibile ordinare i volumi sulla vostra piattaforma dedicata?

Per ordinare un volume è sufficiente connettersi al sito www.jeetwritedo.it e cliccare “crowdfunding attivi”, selezionando la propria scelta e inserendo i dati di spedizione. Il metodo di pagamento è opzionabile tra bonifico bancario e paypal.

Quali iniziative future vedremo mettere in opera da LAReditore anche nell’ambito del Jeet Write Do?

In primavera usciranno tre romanzi (di Alberto Busca, Carlo Maffei e Chiara Romanello, giovani e molto promettenti autori piemontesi), in questi mesi sto ultimando l'editing di ognuno ma soprattutto insieme agli autori stiamo progettando insieme una promozione mirata, dato che ogni campagna di crowdfunding deve essere originale, esattamente come la nostra vita.

 

Cari Amici ed Amiche, in poche righe vi abbiamo raccontato un’idea giovane e nata dai giovani. Un’iniziativa che guarda con coraggio al futuro.

Ora non vi resta che ordinare i libri! Tanto più che il Natale si avvicina e regalare cultura, narrativa, emozioni e sogni è sempre un’ottima idea! Buona lettura a tutti e tutte!

Alessandro Mella

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 28/11/2021