Squid Game: la critica sociale dietro la serie Tv più vista del 2021

Scopriamo insieme la critica sociale che si nasconde dietro la famosa serie coreana.


Il dramma televisivo Squid Game è stato trasmesso di recente sulla piattaforma di Netflix. Il titolo originale sudcoreano è "Ojing-eo ge-im". La regia è di Hwang Dong-hyu.

Secondo l’opinione diffusa fra i telespettatori, la sua crescente popolarità è dovuta al fatto che rivela le realtà della società sudcoreana, in cui la brutalità e la corruzione sono in ascesa e la frode è all’ordine del giorno.

Si dice che Squid Game sia divenuto popolare fra gli spettatori in ragione della realtà del capitalismo e della feroce competizione per la sopravvivenza in Corea del sud.

Secondo la trama della serie televisiva, centinaia di persone che vivono la propria vita in lotta contro debiti schiaccianti sono costrette ad entrare in un gioco mortale, i cui partecipanti muoiono e si uccidono a vicenda per vincere un unico premio. Si ritiene che la serie, mostrando visivamente il processo del gioco mortale, induca lo spettatore a cogliere la triste essenza della mostruosa società sudcoreana, in cui gli uomini, soggetti alla crudele selezione sociale, perdono la propria umanità.

In particolare, attraverso l’immagine del ricco organizzatore del gioco che si gode l’orribile massacro, la serie presenta una società in cui dilagano la tirannia e l’arbitrio di coloro che detengono il potere. Sua è l’invenzione della regola principale del gioco, secondo cui chi non arriva al primo posto deve morire. Gli spettatori notano che questo suscita indignazione contro l’ordine sociale iniquo, che tratta le persone come pezzi sulla scacchiera.

Per questo motivo molti sudcoreani che hanno guardato questo dramma televisivo hanno riflettuto sulla grave disuguaglianza economica che pervade la Corea del sud: nella società sudcoreana di oggi il numero degli «emarginati» dalla feroce competizione per i posti di lavoro, le proprietà immobiliari e le quote azionarie è in significativo aumento. In una società siffatta i vincitori si ergono sopra i cadaveri degli sconfitti. Si dice che la trasmissione funga da monito sulla realtà della vita infernale cui gli uomini sono condannati in un mondo maledetto che li giudica solo in base al denaro.

Squid Game attrae con il suo meccanismo ludico in cui il tema del gioco è innesco e modello narrativo allo stesso tempo.

I critici sudcoreani scrivono che Squid Game è la rappresentazione più simbolica dell’odierna società competitiva, un’allegoria dell’estrema competizione ridotta a forma di intrattenimento, e perciò attira la simpatia del popolo. 

Insomma, in quattro aggettivi: Secca, diretta, brutale, avvincente.

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 05/12/2021