Adriana Gandini e il suo Presepe, a Cocconato (Asti)
Il corteo dei Re Magi nel Presepe di Adriana Gandini

Anni: 90, Statuine: 500, Superficie: mq. 20

A Cocconato (Asti), nell’ambito della sesta edizione di “Oro Incenso Mirra Presepi nel Monferrato”, tra le centinaia di presepi che si possono ammirare per le strade, i vicoli, le vetrine e gli angoli più suggestivi del paese, vi è una singolare installazione, un’opera unica nel suo genere.

Il presepe all’uncinetto di Adriana Gandini, sospeso lo scorso anno a causa della pandemia, ritorna quest’anno nel salone del Palazzo Comunale in tutta la sua bellezza e notevolmente arricchito rispetto alle precedenti edizioni.

Sono infatti quasi 500 le “statuine” e i “pezzi” che animano lo straordinario presepe realizzato dalla dinamica e giovanile insegnante in pensione di 90 anni.

Iniziato con il gruppo della “Natività” nel 2014 in occasione della prima edizione de “Il borgo e i suoi presepi”, l’opera è proseguita negli anni successivi e al primitivo nucleo si sono aggiunti man mano ambienti, piante, fiori, animali, personaggi.

L’attivissima signora Adriana non ha intenzione di fermarsi qui: è già alla ricerca di nuove idee per il prossimo anno!

Protagonisti indiscussi sono l’uncinetto e il cotone colorato che, in un tripudio di tonalità e sfumature, appagano la vista e non smettono mai di stupire.

Nello splendido allestimento scenografico che copre una superficie di ben 20 mq. magistralmente realizzato dalla signora Silvia Colpani, questo villaggio di Natale in miniatura è una vera opera d’arte in cui le centinaia di “statuine” prendono vita e animano i vari ambienti dell’installazione: il paese con i suoi abitanti e le botteghe artigiane; il porto con il faro, le barche e i pescatori; le fontane, la fortezza con i soldati; il mercato con i venditori che espongono la merce sui banchi; e ancora un variegato mondo animale e vegetale che in una fantasmagoria di forme e colori riempie ogni angolo del paesaggio.

Per ammirarlo in tutta la sua bellezza è però necessario soffermarsi a esaminare ogni più piccolo dettaglio: la tessitrice con il telaio, il cacciatore con arco e frecce, i contadini con i buoi e l’aratro, il naufrago sulla zattera, l’esattore delle tasse con il banco dei pegni, la massaia intenta a preparare il pane e così via: un intero, piccolo universo.

Questo capolavoro di pazienza, inventiva e abilità, creato con una cura e una maestria unica, rivela una non comune padronanza della tecnica dell’uncinetto, passione che Adriana ha coltivato fin dalla più giovane età e che l’ha portata a realizzare nel tempo veri capolavori.  

Il presepe si può ammirare nel Salone Comunale nei giorni prefestivi dalle 14.30 alle 18.00 e nei festivi dalle 11.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00 dall’8 dicembre 2021 al 6 gennaio 2022.

Richiesta mascherina e green pass.

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 25/12/2021