L'EDITORIALE DI NATALE DI CIVICO20NEWS - Massimo Calleri: salute, serenità e amore per tutti

La gioia di esistere nutre la nostra volontà di continuare

Carissimi lettori, carissimi amici di sempre; desidero ricordare il mio augurio per tutti Voi dello scorso anno in occasione della chiusura di uno dei periodi meno felici della nostra storia, e scusate l’eufemismo peraltro voluto. In quell’occasione ebbi a ricordare “Ce lo chiede l’Europa” dopo aver elencato la gran confusione che serviva ad ostacolare la rinascita della nazione.

Oggi, con mio rammarico e perplessità, mi ritrovo a dover prendere atto di una situazione generale che fornisce tutto meno che certezze bensì la libera interpretazione di un copione che viene proposto da vecchi e nuovi registi ed interpreti alla ricerca di un miglioramento che in effetti stenta ad affermarsi.

E lo dico in occasione del Santo Natale, della festività per eccellenza per tutti coloro che si riconoscono in questo credo religioso nel rispetto delle altre realtà. Sì, nel rispetto e senza avventate affermazioni, per fortuna prontamente rientrate, lesive di una storia e tradizione che ci appartengono, ma sempre nella libertà di scelta senza imposizioni di qualunque genere.

E mi riferisco alle espressioni istituzionali di un Consiglio europeo che di fatto non si è mai costituito e vive tutt’oggi di improvvisazioni che seguono le espressioni estemporanee di chi si ritiene depositario delle verità assolute. E mi duole ricordare come uno strano buonismo di facciata abbia condizionato, qui da noi, il credo di chi può anche non condividere, ma non deve altresì pretendere di annullare.

Ciò, nel tempo, ha prodotto nuovi proseliti di una confessione che tale non era, ma si erigeva a difesa di un’identità, peraltro mai rivendicata dai diretti interessati, innescando nuove rivalse e pericolose deviazioni. Ricordo altresì il Presepe vivente di San Salvario a Torino al quale partecipavano figuranti di ogni confessione religiosa semplicemente nel rispetto di un evento che ha segnato la storia del mondo.

Ricordo ancora come il rispetto dell’altrui persona non comporta necessariamente la condivisione forzata del suo pensiero, sempre nel rispetto di un pacifico e costruttivo confronto. Per cui oggi dev’essere un giorno di serena felicità per tutti, di speranza quanto mai necessaria per affrontare una situazione alla quale, bene o male, dovremo abituarci sempre nel rispetto dell’altrui pensare purchè non sia nocivo a qualsiasi forma di identità.

Il mio ultimo pensiero è quindi rivolto a chi ha ricevuto la responsabilità di guidare chi non l’ha scelto, compito arduo per chi non rappresenta un’espressione libera del popolo. Spero possa interpretare le necessità di tutti, in particolar modo dei meno abbienti, ma quelli veri. Il messaggio che viene da lontano, nel tempo e nella storia, deve essere la vera guida per ritrovare il senso umano della propria esistenza, la gioia di vivere le gioie altrui e condividerne sinceramente le situazioni meno favorevoli.

Solo così, e ne sono profondamente convinto, riusciremo a ricucire quell’universo fatto di stelle, pianeti e nuovi astri nascenti purchè siano tali, questi ultimi in particolare.

Buon Natale a tutti Voi che ci leggete e che ci leggerete, Buon Natale all’Editore Natalino Gori, alla Direzione, alla Redazione, alle nostre Firme ed a chi sostiene tecnicamente la nostra proposta.

Buon Natale che porti in dono a tutti noi la salute e la gioia di esistere. 

     

       Civico20News    

Il Direttore Responsabile                                   

      Massimo Calleri     

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 25/12/2021