Pianeta Toro All'Olimpico Grande Torino il Venezia ...... affonda i granata

Torna il "Gallo", ma non basta

Era cominciato tutto bene con i granata in gol dopo 5 minuti con Brekalo che trasformava in gol un prezioso suggerimento di Singo. E invece, dopo poco più di mezz’ora, il Venezia ristabiliva gli equilibri andando a segno con Haps, terzino lagunare che non passava di lì per caso e raccoglieva l’assist di Crnigoj ben servito da Okereke.

Finiva così la prima frazione di gioco senza altri particolari sussulti, ma premiava gli accorgimenti tecnico tattici del Mister Zanetti colpito a freddo dal vantaggio torinista.

Ugualmente a freddo, ma per Juric, il gol dello stesso Crnigoj nell’immediato alla ripartenza dopo l’intervallo: pronti, via ed il Venezia si porta in vantaggio. Ci mette lo zampino Aramu, dai trascorsi in maglia granata, che porge sul piatto d’argento la palla dell’1 a 2.

Restando in clima, scendeva il gelo sulla tifoseria di casa che ancora cercava di dimenticare la “svista” che aveva consentito il pareggio ai ragazzi di Zanetti. Un secondo tempo che non racconta nulla di particolare tranne il consueto valzer delle sostituzioni, da una parte e dall’altra, che non producono particolari emozioni.

Unica, per la tifoseria granata, la ricomparsa del “Gallo” che ritorna dopo la lunga assenza per dare il cambio a Sanabria. E Belotti va persino in gol incornando la punizione ben calciata da Brekalo, ma Pobega vanifica il tutto perché la sua posizione, dopo un interminabile tira e molla dell’arbitro Giua arricchito dal VAR, viene giudicata irregolare.

Gol annullato e Toro in ginocchio, demoralizzato da una estenuante verifica che annullava il ritrovato entusiasmo dentro e fuori dal campo. Tre minuti prima il torinista Bremer aveva pensato bene di rimediare un’ammonizione che, essendo già diffidato, lo escluderà dall’incontro di venerdì prossimo contro quella che potrebbe essere la sua squadra nella prossima stagione.

Peccato (!?!?!?) perdere il migliore della difesa alla vigilia di un derby che vedrà sicuramente fra i protagonisti il neo acquisto bianconero Vlahovic: sarebbe stato un bel duello.

In chiusura non possiamo trascurare l’irritazione del Mister granata Juric per come la squadra stava interpretando l’incontro: le quattro sostituzioni in contemporanea del 71° sono la conferma di questa nostra sensazione.

(immagini Torino FC)

 

 

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 13/02/2022