Ezio Gribaudo e Silvio Vigliaturo ad Avigliana. Due Maestri per una imperdibile mostra "A REGOLA D'ARTE"

Una luminosa “congiunzione astrale” per un eccezionale rendez-vous artistico

Da sabato 7 maggio 2022, le storiche mura della Chiesa di Santa Croce, situata nella medievale Piazza Conte Rosso di Avigliana, ospiteranno la mostra: REGOLA D’ARTE. Si tratta di un imperdibile rendez-vous pittorico e culturale che coniuga le opere di Ezio Gribaudo e di Silvio Vigliaturo in una rassegna a due mani di ineguagliabile spessore artistico.

Ezio Gribaudo (Torino 1929), Maestro d’arte e di pensiero, sommo artista tra gli artisti, dapprima grafico, quindi poliedrico pioniere pittorico e materico, è uno dei maggiori artefici e custodi della storia dell’arte contemporanea; depositario di un percorso culturale unico e irripetibile che, fin dagli anni 60, lo ha visto protagoniste di incontri con i più grandi Maestri dell'arte moderna e artefice di eventi artistici di straordinaria unicità.

 

Silvio, Vigliaturo è nato ad Acri nel 1949. Da bambino si è trasferito a Chieri dove tuttora vive e lavora, maestro di una tecnica di fusione del vetro unica nel suo genere. Le sue opere, sgargianti interpreti di un immaginario fiabesco, sono riconosciute come splendide eccellenze materiche da parte dei più autorevoli critici d’arte italiani e internazionali.

 

Il prestigioso abbinamento artistico, curato da Donatella Avanzo e fortemente voluto dal Comune di Avigliana, assume un molteplice significato. Attraverso l'opera di grandi artisti, si può offrire uno strumento tramite il quale ricucire sentimenti ed emozioni duramente provati dall'attuale momento storico. Un periodo che, da oltre due anni ormai, traumatizza e sconvolge il lato migliore del nostro occidentale modello di vita.

Tra le mura della Chiesa di Santa Croce, l’arte si offre spontanea portavoce di pace, di appartenenza e di poetica bellezza; allegorico, universale messaggio onirico, generatore di "luce". È stata "notte" per troppo tempo.

È una luce non solo metaforica, ma anche tangibile. Con il calare della sera infatti, le opere dei due artisti prenderanno suggestiva vita sulle pareti di piazza Conte Rosso, fino a piazza del Popolo.

Gli edifici si trasformeranno in maxi dipinti interattivi, grazie ai proiettori architetturali di un’altra eccellenza artistica piemontese, la Proietta Srl, azienda leader a livello mondiale nel settore delle proiezioni a distanza su grandi superfici. Impresa con sede proprio ad Avigliana, a pochi km dall’evento artistico.

 

L'appuntamento con questa poliedrica mostra, allestita "a regola d'arte" e ospitata da una città che si ripropone nella sua vocazione culturale, è dunque un'occasione imperdibile da segnare col cerchietto.

Immergersi tra le gabbie e i simbolici dinosauri di Ezio Gribaudo, e poi circolare tra i burleschi pupazzi vitrei e policromi di Silvio Vigliaturo, incrociando i taglienti Pinocchi di entrambi, sarà un balsamo per la mente.

Da sempre l’arte è il metronomo che scandisce la civiltà dei popoli. I due Maestri piemontesi sono artisti irripetibili, uomini di una certa età che conoscono le cose del mondo. C’è ancora molto da imparare dalle loro testimonianze, in questo tempo arido di leggerezza, di felicità e di bellezza globale.

L’inaugurazione della mostra, organizzata dal Comune di Avigliana con il contributo di “Arte per Voi”, avverrà il 7 maggio alle 17:00, nella Chiesa di Santa Croce, con la presenza dei due artisti. L’esposizione rimarrà aperta fino al 24 luglio, accessibile ogni sabato e domenica dalle 16:00 alle 22:00.

 

Fonte dell’evento e delle immagini: Comune di Avigliana, Proietta Srl; Ezio Gribaudo

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 04/05/2022